6 minuti 8 mesi

In questo video, il Pastore Ted Wilson discute del “resto di Dio” e della sua missione, che costituisce il tredicesimo articolo di fede dei Riformati del Settimo Giorno.
Un “resto” è un gruppo di persone che rimangono fedeli a Dio non importa quale sia la situazione.
Noè e la sua famiglia furono un esempio di persone del “resto” all’inizio.
In Genesi 6:5, 11 leggiamo: “Il Signore vide che la malvagità dell’uomo era grande sulla terra e che ogni pensiero dei suoi cuori era sempre solo male… La terra era piena di violenza.”
“Ma Noè trovò grazia agli occhi del Signore”, dice il versetto 8. Dio gli rivelò il Suo piano di distruggere la terra con un diluvio a causa della malvagità delle persone. In mezzo alla distruzione, ci sarebbe stato un modo di fuga per coloro che avrebbero scelto di accettare la grazia di Dio attraverso la fede e l’obbedienza.
Dio chiese a Noè di costruire un’arca, invitando le persone a entrare al suo interno in modo da poter essere al sicuro dal diluvio. Noè predicò per 120 anni, ma solo la sua famiglia di otto persone scelse di essere salvata.
Negli ultimi giorni, prima che Gesù torni sulla terra per prendere i Suoi figli in cielo, si verificherà una situazione simile. Il mondo sarà pieno di malvagità, ma coloro che confidano e credono in Dio rimarranno saldi nel seguire le Sue vie in mezzo all’influenza del mondo.
Il nostro tredicesimo articolo di fede afferma: “La chiesa universale è composta da tutti coloro che credono veramente in Cristo, ma negli ultimi giorni, in un periodo di diffusa apostasia, è stato chiamato un resto per mantenere i comandamenti di Dio e la fede in Gesù. Questo resto annuncia l’avvento dell’ora del giudizio, proclama la salvezza attraverso Cristo e annuncia l’approssimarsi del Suo secondo avvento. Questa proclamazione è simboleggiata dai tre angeli di Apocalisse 14; coincide con l’opera di giudizio in cielo e porta a un’opera di pentimento e riforma sulla terra. Ogni credente è chiamato a svolgere una parte personale in questa testimonianza mondiale.”
Nella storia, Dio ha sempre avuto il Suo popolo del “resto”. Migliaia di martiri hanno sigillato la loro fede con il sangue, specialmente durante il Medioevo. La stessa potenza persecutrice del Medioevo si alzerà di nuovo come potere religioso e politico negli ultimi giorni. Perseguita coloro che non si sottomettono alle sue richieste.
Il popolo fedele di Dio è chiamato in Apocalisse 12:17 coloro che “osservano i comandamenti di Dio e hanno la testimonianza di Gesù Cristo”. Tuttavia, queste persone non sono un club esclusivo. Chiunque lo ami, accetti la verità dalla Bibbia e lo segua volentieri, può farne parte.
Queste persone del “resto” sono incaricate di condividere i messaggi dei tre angeli trovati in Apocalisse 14:6-12.
“Vidi poi un altro angelo che volava in mezzo al cielo, con un vangelo eterno da annunciare a quanti abitano la terra, a ogni nazione, tribù, lingua e popolo, dicendo a gran voce: ‘Tema Dio e dà gloria a lui, perché l’ora del suo giudizio è venuta; adora colui che ha fatto il cielo, la terra, il mare e le sorgenti delle acque'” (Apocalisse 14:6-7).
Ciò implica che il primo angelo proclama la buona notizia eterna che Dio è il nostro Creatore, la fonte della salvezza. E dobbiamo adorare solo Lui. Implica anche che il settimo giorno è il Sabato. Inoltre, include il messaggio che è giunta l’ora del giudizio: un appello al vero pentimento e alla riforma.
Proseguendo, Apocalisse 14:8 afferma: “Un altro angelo lo seguì, dicendo: ‘È caduta, è caduta Babilonia, la grande città, che ha fatto bere a tutte le nazioni il vino dell’ira della sua fornicazione'”.
Il secondo angelo avverte che Babilonia, simbolo biblico di un culto falso e di coercizione, cadrà. Il giudizio di Dio sta arrivando. Quindi, le persone devono fuggire dalla confusione di Babilonia e dalle sue false dottrine e rivolgersi a Cristo e alla Sua verità.
Il messaggio del terzo angelo avverte: “a gran voce: ‘Se qualcuno adora la bestia e la sua immagine e riceve un marchio sulla fronte o sulla mano, anch’egli berrà il vino dell’ira di Dio, versato puro nella coppa della sua ira; e sarà tormentato con fuoco e zolfo davanti agli angeli santi e davanti all’Agnello'” (Apocalisse 14:9-10).
Questa crisi finale coinvolge il vero e il falso culto. Arriverà il momento in cui tutti sulla terra dovranno decidere se adorare la bestia o rimanere fedeli a Dio.
La proclamazione di questi messaggi è la missione del popolo del “resto” di Dio. Attraverso la chiesa del “resto”, Dio proclama un messaggio per ripristinare il vero culto, chiamando il Suo popolo fuori dall’apostasia e preparandoli per il Suo ritorno.
La fine è vicina. Gesù sta arrivando presto. Ora è il momento di dare completamente il nostro cuore a Lui e diventare parte del “resto”, adempiendo alla Sua missione.
Per saperne di più sull’articolo di fede tredicesimo, vai su https://www.adventist.org/remnant-and-its-mission/.

Visited 3 times, 1 visit(s) today