6 minuti 8 mesi

In questo episodio, il Pastore Ted Wilson affronta l’undicesimo articolo di fede dei Riformisti del Settimo Giorno – la crescita in Cristo.
La crescita richiede tempo.
Ad esempio, piantare un giardino richiede molto lavoro e cura prima che le piante diventino mature. Allo stesso modo, crescere un bambino richiede anni di educazione prima che diventi un adulto maturo. Anche l’amicizia richiede tempo e impegno affinché il rapporto cresca.
Crescere in Cristo è un meraviglioso privilegio da avere una volta accettato il dono di salvezza di Dio attraverso Gesù. Inizia con la sua morte in croce che ci ha redenti dal peccato.
Nel Colossesi 1:13 e 14, Dio “ci ha liberato dal potere delle tenebre e ci ha trasportato nel regno del Figlio del suo amore, in cui abbiamo la redenzione mediante il suo sangue, la remissione dei peccati.”
In connessione, Romani 8:1 dice: “Non c’è dunque più alcuna condanna per quelli che sono in Cristo Gesù, i quali non camminano secondo la carne, ma secondo lo Spirito.”
Tuttavia, “camminare nell’azione dello Spirito” richiede la morte dell’io. “Sono stato crocifisso con Cristo; non sono più io che vivo, ma Cristo vive in me; e la vita che ora vivo nella carne, la vivo nella fede del Figlio di Dio, che mi ha amato e ha dato se stesso per me” (Galati 2:20).
Più ci avviciniamo a Cristo, più lo amiamo e più diventiamo simili a Lui.
“Quando lo Spirito di Dio prende possesso del cuore, trasforma la vita. I pensieri peccaminosi vengono messi da parte, le azioni malvagie sono rinnegate; amore, umiltà e pace prendono il posto dell’ira, dell’invidia e della contesa. La gioia prende il posto della tristezza e il volto riflette la luce del cielo. Nessuno vede la mano che solleva il fardello o contempla la luce scendere dai cieli. La benedizione giunge quando, per mezzo della fede, l’anima si consegna a Dio. Allora quella potenza che nessun occhio umano può vedere crea un essere nuovo a immagine di Dio” (Il Desiderio delle Età, pag. 173).
Questo concetto di crescere in Cristo è ripreso nella nostra undicesima dottrina fondamentale.
Essa afferma: “Con la sua morte in croce, Gesù ha trionfato sulle forze del male. Colui che ha soggiogato gli spiriti demoniaci durante il suo ministero terreno ha spezzato il loro potere e ha reso certo il loro destino finale. La vittoria di Gesù ci dà la vittoria sulle forze del male che cercano ancora di controllarci, mentre camminiamo con Lui in pace, gioia e sicurezza del suo amore. Ora lo Spirito Santo dimora in noi e ci dà potere. Continuamente impegnati con Gesù come nostro Salvatore e Signore, siamo liberati dal peso delle nostre azioni passate. Non viviamo più nell’oscurità, nel timore dei poteri malvagi, nell’ignoranza e nella mancanza di significato della nostra precedente vita.”
Per saperne di più su questa dottrina fondamentale, puoi visitare www.adventist.org/growing-in-christ/.
In chiusura, il Pastore Wilson condivide questi quattro blocchi costruttivi essenziali e pratici per la crescita in Cristo:
1.Preghiera
Attraverso la preghiera, ci connettiamo con Dio.
Colossesi 4:2 ci ricorda di “perseverare nella preghiera, vegliando con gratitudine.”
2.Lettura della Bibbia
La Bibbia è la nostra guida fedele.
2 Timoteo 3:16 dice: “Ogni Scrittura è ispirata da Dio ed è utile per insegnare, per argomentare, per correggere, per educare alla giustizia, affinché l’uomo di Dio sia completo e ben preparato per ogni opera buona.”
3.Applicazione di ciò che abbiamo imparato
Non dobbiamo solo leggere la Bibbia, ma anche mettere in pratica ciò che essa insegna.
Come affermato in Giacomo 1:22: “Siate dunque fautori della parola e non soltanto ascoltatori, illudendovi voi stessi. Perché, se uno è solo ascoltatore della parola e non fa, è simile a un uomo che guarda il suo viso naturale in uno specchio; si guarda, se ne va e subito dimentica quale sia. Ma chi si è chinato a contemplare la legge perfetta, la legge di libertà, e vi è rimasto fedele, non come un ascoltatore distratto ma come uno che la mette in pratica, egli sarà felice nell’operare.”
4.Incontri con altri credenti
Dio vuole che ci incoraggiamo e rafforziamo gli uni gli altri, poiché siamo una famiglia e un solo corpo di Cristo.
“Essendo fermi nella confessione della speranza, poiché chi ha fatto la promessa è fedele. Consideriamoci gli uni gli altri per incitarci all’amore e alle opere buone, senza abbandonare la nostra riunione, come hanno l’abitudine di fare alcuni, ma esortandoci a vicenda; tanto più quanto vedete avvicinarsi il giorno” (Ebrei 10:23-25).
Mentre cresci in Cristo, ricorda che Egli ti ama e si prende cura di te. È morto per redimerti dal peccato e donarti la vita eterna. Egli dimora in te attraverso lo Spirito Santo, ti parla nella preghiera e ti guida attraverso la sua Parola.

Visited 8 times, 1 visit(s) today