4 minuti 4 settimane
Il giorno del Signore | 17.06.2024
Il Ripristino del Sabato: Cristo come Creatore e Santo
Introduzione: Il significato del Sabato come giorno del Signore viene ridefinito da Cristo come Creatore e Santo. In questo passaggio si sottolinea che Cristo non è venuto per revocare le parole dei patriarchi e dei profeti, ma per confermarle. Il Sabato, come giorno del Signore, appartiene a Cristo, poiché tutto è stato creato da lui. Questa breve introduzione getta le basi per la discussione successiva sul ruolo del Sabato alla luce della redenzione attraverso Cristo.

“Il Sabato è stato fatto per l’uomo, e non l’uomo per il Sabato. Perciò il Figlio dell’uomo è Signore anche del Sabato.” Marco 2,27.28

Il Redentore non era venuto per annullare ciò che avevano detto i patriarchi e i profeti, perché egli stesso aveva parlato attraverso questi uomini rappresentativi. Tutte le verità nella Parola di Dio provenivano da lui. Ma questi gioielli erano stati messi in cattive cornici. La loro preziosa luce era stata costretta a servire l’errore. Dio voleva che fossero rimossi dalle cornici dell’errore e rimessi sul supporto della verità. Ciò poteva essere fatto solo da una mano divina. In relazione all’inganno, la verità aveva servito la causa del nemico di Dio e dell’uomo. Cristo era venuto per collocarlo nella posizione da cui avrebbe dovuto glorificare Dio e lavorare alla salvezza dell’umanità.
“Perciò il Figlio dell’uomo è Signore anche del Sabato.” Queste parole sono piene di insegnamento e conforto. Perché è stato fatto per l’uomo. Il Sabato è il giorno del Signore. Appartiene a Cristo, perché “tutto è stato fatto per mezzo di lui, e senza di lui niente è stato fatto di ciò che è stato fatto” (Giovanni 1,3). Poiché ha fatto tutte le cose, ha anche fatto il Sabato. Lo ha messo da parte come memoriale dell’opera della creazione. Il Sabato lo indica come il Creatore e il Santo. Egli dichiara che colui che ha creato tutte le cose nei cieli e sulla terra, e per mezzo del quale tutte le cose sono mantenute, è il capo della Chiesa e che, per mezzo della sua potenza, siamo riconciliati con Dio. Poiché parlando a Israele, egli disse: “Ho anche dato loro i miei Sabati, perché fossero un segno tra me e loro, affinché sapessero che io sono il Signore che li santifica” (Ezechiele 20,12). Perciò, il Sabato è un segno del potere di Cristo di santificarci. È dato a tutti coloro che Cristo santifica. Come segno del suo potere santificatore, il Sabato è dato a tutti coloro che, mediante Cristo, diventano parte del popolo di Dio.
Il Signore continua: “Se tratterrai il tuo piede dallo svolgere i tuoi affari nel giorno del Sabato, affinché non faccia la tua volontà nel mio giorno santo, e chiamerai il Sabato un sollievo, e il giorno santo del Signore degno di onore; e lo onorerai…” (Isaia 58,13-14). Per tutti coloro che accettano il Sabato come segno del potere creativo e redentore di Cristo, sarà una gioia. Vedendolo in Cristo come Sabato, essi si rallegrano in lui. Il Sabato li guida alle opere della creazione come prova della sua grande potenza nel salvare. Mentre attira la nostra attenzione sulla pace perduta nel giardino dell’Eden, ci parla della pace ristabilita mediante il Redentore.
Ellen White, La Vita di Gesù, pag. 287-289

Visited 4 times, 1 visit(s) today