6 minuti 1 mese

Serie IL GRAN CONFLITTO con il Pastore Mark Finley  |
Lezione 10.Lo spiritismo smascherato  |
Verità biblica contro gli inganni escatologici   |

La lezione 10, “Lo Spiritismo Svelato”, tratta degli insegnamenti biblici sulla morte e sui pericoli dello spiritismo, specialmente negli ultimi tempi. La Bibbia afferma chiaramente che la morte è uno stato di sonno, senza esistenza cosciente fino alla resurrezione. Questa lezione mostra come lo spiritismo, basato sull’errata dottrina dell’immortalità dell’anima, porti le persone in inganno. Negli ultimi tempi, Satana userà segni e prodigi soprannaturali per ingannare i credenti. È fondamentale che i cristiani rimangano saldamente radicati nella Parola di Dio e nella fede in Gesù per resistere a questi inganni.
Versetto di memoria: 1 Thessalonicesi 4:16.17 – «Perché il Signore stesso, con un ordine, con voce d’arcangelo e con la tromba di Dio, scenderà dal cielo, e prima risusciteranno i morti in Cristo; poi noi viventi, che saremo rimasti, verremo rapiti insieme con loro, sulle nuvole, a incontrare il Signore nell’aria; e così saremo sempre con il Signore.»  
Contenuto:
10.1 Le conseguenze mortali dello spiritismo

Il pericoloso contrasto con la verità biblica
L’idea dell’immortalità naturale dell’anima e la comunicazione con i defunti, praticate nello spiritismo, sono in netto contrasto con gli insegnamenti biblici. La Bibbia sottolinea che la morte è uno stato di incoscienza e mette in guardia esplicitamente contro ogni forma di occultismo. La credenza nell’immortalità dell’anima, derivata da tradizioni pagane nella Chiesa, rende le persone vulnerabili agli inganni satanici, distogliendole dall’adorazione vera e aprendo la porta a pratiche spirituali pericolose. Gesù offre invece liberazione e protezione da tali inganni mediante la sua grazia e potenza.
10.2 La morte nell’Antico Testamento
Una prospettiva biblica sulla vita dopo la morte
L’Antico Testamento insegna chiaramente che la morte è uno stato di sonno, in cui i morti riposano fino alla resurrezione. Nei Salmi e nei Re, la morte è descritta come un sonno o “giacere con i padri”. Questa visione contrasta con l’idea di spiriti incorporei che vagano dopo la morte. Al contrario, Giobbe e Daniele enfatizzano la resurrezione come prossima esperienza cosciente dei morti. Questa prospettiva biblica protegge dall’inganno spiritista mostrando che i morti non sanno nulla e attendono la loro risurrezione. I credenti devono quindi essere confortati dalla consapevolezza della verità biblica e guardarsi dagli inganni occulti.
10.3 La morte nel Nuovo Testamento
La speranza nella resurrezione e nella vita eterna in Cristo
Il Nuovo Testamento continua la simbologia dell’Antico Testamento sulla morte come sonno, come evidenziato in Giovanni 11:11-14 e 1 Tessalonicesi 4:15-17. Entrambi gli Testamenti insegnano che non c’è coscienza dopo la morte fino alla resurrezione. Nel Nuovo Testamento, la resurrezione è enfatizzata al ritorno di Cristo, come descritto in 1 Corinzi 15:51-54. Questi testi sottolineano che la vita eterna è solo in Cristo e la resurrezione rappresenta la sua vittoria finale sulla morte. Paolo argomenta che senza la resurrezione di Cristo, la nostra fede sarebbe vana, evidenziando il ruolo centrale della resurrezione nella speranza cristiana. I credenti nel Nuovo Testamento attendevano ansiosamente il ritorno di Cristo e la resurrezione dei morti, rafforzando la loro fedeltà e perseveranza nelle prove.
10.4 Lo spiritismo negli ultimi giorni – I parte
Il potere seducente degli inganni soprannaturali
Negli ultimi tempi, le persone saranno ingannate da grandi segni e prodigi eseguiti da spiriti demoniaci. Questi inganni mirano a manipolare le emozioni delle persone anziché il loro ragionamento razionale. Lo spiritismo, basato sull’errata dottrina dell’immortalità dell’anima, avrà un ruolo centrale in questo inganno e quasi catturerà il mondo intero. È pericoloso fidarsi delle nostre emozioni poiché Satana può sfruttarle per eludere il nostro processo di pensiero e ingannarci. La nostra sicurezza è solo in Gesù e nella sua Parola, che può proteggerci da questi inganni.
10.5 Lo spiritismo negli ultimi giorni – II parte
Preservare la speranza e la fede di fronte agli inganni escatologici
La nostra speranza di redenzione è radicata in Cristo e il suo sacrificio ci assicura la “beata speranza” del suo secondo avvento. Satana cerca di distruggere questa speranza deviando le persone dalla verità biblica attraverso segni e prodigi soprannaturali. Matteo 24:23–27, 2 Corinzi 11:13–14 e 2 Tessalonicesi 2:9–12 mettono in guardia contro il potere ingannevole di Satana, che si fingerà addirittura Cristo. Questi inganni mirano a impedire alle persone di osservare i comandamenti di Dio e di conservare la fede in Gesù. Dobbiamo essere vigili e diffidare degli insegnamenti che ci allontanano da questi tratti essenziali, indipendentemente dai fenomeni soprannaturali che li accompagnano.
10.6 Riassunto
La verità biblica sullo spiritismo e la necessità di rimanere saldi
La lezione 10, “Lo Spiritismo Svelato”, esamina la verità biblica sullo stato dei morti e sui pericoli dello spiritismo. La Bibbia descrive la morte come un sonno, senza esistenza cosciente fino alla resurrezione al ritorno di Cristo. Le pratiche spiritiste si basano sull’errata dottrina dell’immortalità dell’anima e aprono la porta a inganni demoniaci. Negli ultimi tempi, Satana userà segni e prodigi soprannaturali per allontanare le persone dalla verità e dalla salvezza in Cristo. I credenti devono fare affidamento sulla Parola di Dio e sulla fede in Gesù per resistere a questi inganni.
Ecco le istruzioni per attivare i sottotitoli in italiano: Vai al menu ‘Sottotitoli’ nel lettore video, poi seleziona ‘Impostazioni’ e attiva l’opzione ‘Traduzione automatica’. Infine, seleziona la lingua desiderata, in questo caso l’italiano.

Visited 10 times, 1 visit(s) today