3 minuti 1 mese
La Legge di Dio | 1.06.2024
La lotta eterna per la legge divina: le tentazioni di Satana e la costanza umana
Introduzione: Fin dalle prime fasi del grande conflitto nei cieli, Satana ha cercato di abolire la legge di Dio. Dopo la sua ribellione contro il Creatore, continuò la sua guerra anche dopo essere stato cacciato sulla terra. Il suo obiettivo è ingannare gli esseri umani e spingerli a violare la legge di Dio. Questo conflitto rappresenta l’apice di una lunga controversia sui comandamenti divini, nella quale ora ci troviamo coinvolti.

“Beati quelli che sono integri nella condotta, che camminano nella legge del Signore!” Salmo 119:1

Fin dalle origini del grande conflitto nei cieli, l’obiettivo di Satana è stato l’abolizione della legge di Dio. Per raggiungere questo scopo, si ribellò al Creatore e, nonostante la sua cacciata dal cielo, continuò la stessa guerra sulla terra. Il suo impegno costante era quello di ingannare gli esseri umani e spingerli a violare la legge di Dio. Che ciò avvenga attraverso il completo rifiuto della legge o tramite la trascuratezza di uno dei suoi principi, il risultato sarà alla fine lo stesso. L’individuo che disprezza “un solo comandamento” mostra disprezzo per tutta la legge, e la sua influenza e il suo esempio portano alla disobbedienza. Egli “diventa colpevole di tutto” (Giacomo 2:10).
Per suscitare disprezzo per i comandamenti divini, Satana ha distorto gli insegnamenti della Bibbia e così si sono infiltrati errori nella fede di migliaia di persone che pretendono di basarsi sulle Scritture. L’ultimo grande conflitto tra verità ed errore è solo la fase finale di una lunga controversia sulla legge di Dio. In questa lotta entriamo – una lotta tra le leggi degli uomini e i principi di Geova, tra la religione della Bibbia e la religione dei miti e delle tradizioni.
Le forze che si uniranno in questo conflitto contro verità e giustizia sono già attive. La sacra Parola di Dio, trasmessa a noi con tante sofferenze e con il versamento di sangue, è scarsamente apprezzata. La Bibbia è disponibile a tutti, ma solo pochi la accettano veramente come guida per la vita. L’incredulità regna in modo allarmante, non solo nel mondo, ma anche nella Chiesa. Molti negano gli insegnamenti che costituiscono i pilastri del cristianesimo. Le grandi verità della creazione, come espresse dagli scrittori ispirati, la caduta dell’uomo, l’espiazione, la natura immutabile della legge di Dio, sono praticamente respinte in tutto o in parte da gran parte del cosiddetto mondo cristiano. Migliaia di persone, che vantano la loro saggezza e indipendenza, considerano un segno di debolezza avere fede incondizionata nella Bibbia. Credono che sia un segno di superiorità e cultura trovare errori nelle Scritture, spiritualizzare e deturpare le verità principali.
Ellen White, Dall’Ombra alla Luce, pp. 582-583

Visited 3 times, 1 visit(s) today