4 minuti 2 mesi
La potenza della preghiera segreta | 19.05.2024
Il significato della preghiera segreta nel seguire Gesù
Introduzione: Nell’agitata società odierna è più importante che mai concedersi momenti di silenzio e preghiera. Gesù stesso cercava spesso luoghi speciali per trovare forza e saggezza nella comunione con il Padre. Anche noi dovremmo avere tali spazi sacri per la nostra preghiera segreta. Questi luoghi di ritiro ci permettono di aprire i nostri cuori a Dio e di cercare la sua guida. Nella preghiera troviamo non solo conforto ed incoraggiamento, ma anche un legame più profondo con il nostro Creatore. Attraverso questa comunicazione intima con Dio, il nostro carattere e la nostra fede vengono rafforzati ed elevati.

“Ma tu, quando preghi, entra nella tua stanza, chiudi la porta e prega il tuo Padre che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà apertamente.” Matteo 6,6

Scegli un luogo per la preghiera segreta. Anche Gesù aveva luoghi speciali per la comunione con il Padre, e anche noi dovremmo averne. Spesso dobbiamo ritirarci in un luogo specifico, per quanto umile possa essere, dove possiamo essere soli con Dio.
“Prega il tuo Padre che è nel segreto.” Nel nome di Gesù possiamo avvicinarci a Dio con la fiducia di un bambino. Non abbiamo bisogno di un mediatore umano. Attraverso Gesù possiamo aprire il nostro cuore a Dio come a qualcuno che ci conosce e ci ama.
In quel luogo segreto di preghiera, dove solo Dio può vederci e sentirci, possiamo affidare al Padre della misericordia infinita i nostri desideri e aspirazioni più segreti, e nel silenzio e nella quiete dell’anima, quella voce che non tarda mai a rispondere all’appello del bisogno umano parlerà al nostro cuore. (…)
Coloro che cercano Dio nel segreto per comunicargli i loro bisogni e chiedere aiuto non pregheranno invano. “Il tuo Padre, che vede nel segreto, te lo renderà.” Quando Cristo diventa il nostro compagno quotidiano, sentiremo che le forze di un mondo invisibile sono presenti ovunque intorno a noi, e guardando Gesù, diventeremo simili a Lui. Guardando, saremo trasformati. Il nostro carattere viene plasmato, purificato ed elevato per il regno celeste. Il risultato certo della nostra comunione con il Signore sarà una crescita di pietà, purezza morale e devozione. La nostra preghiera diventerà sempre più intelligente. Riceviamo un’educazione divina, e ciò si traduce in una vita piena di zelo e diligenza.
Chiunque chiami Dio per aiuto, sostegno e forza attraverso preghiere quotidiane e serie avrà nobili aspirazioni, chiare percezioni della verità e della responsabilità, obiettivi elevati e un desiderio costante di giustizia. Mantenendo il legame con Dio, saremo capaci di trasmettere agli altri, attraverso le nostre relazioni con loro, la luce, la pace e la tranquillità che regnano nel nostro cuore. La potenza ottenuta nella preghiera rivolta a Dio, unita all’impegno costante per educare la mente ad essere attenta e premurosa, ci prepara ai doveri quotidiani e mantiene il nostro spirito calmo in ogni situazione.
Ellen White, Una Vita Migliore, pp. 84-85

Visited 4 times, 1 visit(s) today