6 minuti 7 giorni

Serie IL VANGELO DI MARCO con il Pastore Mark Finley  |
Lezione 2.Una giornata nel ministero di Gesù  |
Chiamata, insegnamento, guarigione e preghiera  |

La lezione 2 esamina un giorno nella vita di Gesù, come descritto nel primo capitolo del Vangelo di Marco. Vediamo Gesù chiamare i suoi primi discepoli, insegnare nella sinagoga, scacciare demoni e guarire i malati. Questi eventi mostrano la sua autorità divina, compassione e volontà di aiutare le persone ai margini della società. La vita di preghiera di Gesù è anche evidenziata, sottolineando l’importanza della forza spirituale. Complessivamente, questa lezione offre una visione completa del ministero multiforme di Gesù e del suo impatto trasformativo sulle persone intorno a lui.
Versetto di memoria: Marco 1,17 – « Gesù disse loro: “Seguitemi, e io farò di voi dei pescatori di uomini.” »  
Contenuto:
2.1 «Seguitemi»
La chiamata al discepolato: I primi discepoli e la loro risposta immediata
In Marco 1:16-20, Gesù chiama i suoi primi discepoli, i pescatori Simone e Andrea, così come i fratelli Giacomo e Giovanni, a seguirlo. Questi uomini rispondono immediatamente, lasciando tutto per seguire Gesù. Il Vangelo di Giovanni offre più contesto e suggerisce che questi uomini erano già stati preparati per Gesù da Giovanni Battista, spiegando la loro rapida risposta. Tuttavia, Marco sottolinea l’autorità di Gesù nel suo richiamo: un semplice “Seguimi” è sufficiente per convincere i pescatori ad abbandonare le loro vite precedenti e intraprendere un nuovo cammino. Questa reazione immediata mette in luce il potere trasformativo di Gesù e la disposizione dei discepoli a seguire questo potere.
2.2 Un servizio di adorazione indimenticabile
Il potere di Gesù rivelato: Un sabato indimenticabile a Cafarnao
In Marco 1:21-28, le persone nella sinagoga di Cafarnao assistono a un evento indimenticabile quando Gesù scaccia un demone. Il demone riconosce Gesù come il “Santo di Dio”, confermando l’autorità divina di Gesù. Questa scena illustra il contrasto tra il sacro e il profano e la realtà del combattimento spirituale. L’ordine di Gesù al demone di tacere, noto come il “segreto messianico”, sottolinea l’importanza politica e spirituale della sua identità. Alla fine, questo racconto dimostra il potere e l’autorità indiscutibili di Gesù, sfidando le persone a rispondere al suo messaggio.
2.3 Ulteriore ministero sabatico
Guarigione e servizio: L’aiuto di Gesù alla famiglia di Pietro
In Marco 1:29-34, Gesù aiuta la famiglia di Pietro guarendo la suocera malata. Ella si riprende immediatamente e inizia a servire coloro che sono presenti, dimostrando che guarigione e servizio sono inseparabili. Più tardi, dopo il tramonto, molte persone affluiscono alla casa di Pietro per essere guarite da Gesù. Questa scena mette in luce la compassione senza limiti e la disponibilità di Gesù ad aiutare le persone, indipendentemente dall’ora del giorno. Questo racconto ci insegna che la vera guarigione attraverso Gesù non include solo la guarigione fisica, ma anche la disponibilità e la capacità di servire gli altri.
2.4 Il segreto del ministero di Gesù
La preghiera come fonte di forza: Il ritiro e la concentrazione di Gesù nel ministero
In Marco 1:35-39, vediamo Gesù alzarsi presto al mattino per trovare un luogo isolato dove pregare. Ciò sottolinea l’importanza della preghiera nella sua vita e nel suo ministero. La preghiera continua di Gesù mostra che la sua forza e guida provenivano dalla sua stretta relazione con Dio. I suoi discepoli lo trovano e vogliono che continui a guarire le persone, ma Gesù sottolinea che la sua missione è di predicare il Vangelo anche in altre città. Questo passaggio ci insegna la necessità di ritirarci regolarmente per ottenere forza nella preghiera e ci ricorda di tenere a mente la missione più ampia che Dio ci ha dato.
2.5 Sai mantenere un segreto?
Compassione e guarigione: L’approccio di Gesù verso gli emarginati
In Marco 1:40-45, Gesù incontra un lebbroso che chiede di essere guarito. Gesù mostra compassione toccando l’uomo, che porta alla sua guarigione. Questa azione sottolinea la disponibilità di Gesù a rivolgersi agli emarginati e a rompere il loro isolamento. Egli chiede al guarito di non dirlo a nessuno e di mostrarsi invece al sacerdote per adempiere alle esigenze mosaiche. Questo episodio mostra che Gesù rispetta le leggi mosaiche mentre dimostra simultaneamente il suo potere di guarigione e purificazione oltre le leggi tradizionali di purezza. Il guarito diffonde comunque la notizia, complicando il ministero di Gesù ma rivelando ulteriormente la sua autorità e misericordia.
2.6 Riassunto
Un giorno nella vita di Gesù: Chiamata, insegnamento, guarigione e preghiera
Marco 1 descrive un giorno nel ministero di Gesù, evidenziando la sua chiamata ai discepoli, il suo insegnamento nella sinagoga, il suo esorcismo dei demoni e le sue guarigioni dei malati. La chiamata di Gesù ai pescatori di seguirlo mostra la sua autorità e la loro disponibilità immediata. A Cafarnao, rivela il suo potere scacciando un demone, lasciando le persone profondamente impressionate. La sua preghiera mattutina evidenzia l’importanza della forza spirituale. Infine, Gesù mostra compassione guarendo un lebbroso e rompendo le barriere sociali rispettando contemporaneamente le leggi mosaiche. Questi eventi illustrano il ministero completo di Gesù, combinando insegnamento, guarigione e autorità spirituale.
Ecco le istruzioni per attivare i sottotitoli in italiano: Vai al menu ‘Sottotitoli’ nel lettore video, poi seleziona ‘Impostazioni’ e attiva l’opzione ‘Traduzione automatica’. Infine, seleziona la lingua desiderata, in questo caso l’italiano.

Visited 2 times, 1 visit(s) today