5 minuti 6 giorni
Amministratori della grazia divina | 7.07.2024
Riflettere la pienezza divina: Il ruolo della Chiesa nel mondo

Nel suo piano, il nostro Signore ha previsto che la sua Chiesa rifletta la pienezza e la sufficienza che si trovano in Lui. Come membri del suo corpo spirituale, siamo chiamati a mostrare al mondo l’amore e la bontà di Cristo. Attraendo costantemente dall’abbondanza di Dio e condividendola con gli altri, dobbiamo proiettare la sua gloria e i raggi del cielo sulle tenebre della terra. La nostra collaborazione con Gesù Cristo è essenziale per la continuazione dell’opera di redenzione. Lo Spirito Santo opera nei cuori delle persone e compie straordinarie trasformazioni spirituali. Questo amore divino e altruista dovrebbe caratterizzare la vita e il carattere di tutti i veri discepoli di Cristo.

“Abbiamo diversi doni secondo la grazia che ci è stata concessa.” Romani 12:6

Il nostro Signore ha pianificato che la sua Chiesa rifletta al mondo la pienezza e la sufficienza che troviamo in Lui. Riceviamo costantemente dall’abbondanza di Dio e, condividendola con gli altri, dobbiamo mostrare al mondo l’amore e la bontà di Cristo. Mentre tutto il cielo è in agitazione, inviando messaggeri in tutte le parti della terra per portare avanti l’opera di salvezza, i membri della Chiesa del Dio vivente devono anche essere collaboratori con Gesù Cristo. Siamo membri del suo corpo spirituale. Lui è il capo che controlla tutte le parti del corpo. Gesù stesso, nella sua infinita misericordia, opera nei cuori delle persone e compie le trasformazioni spirituali che gli angeli osservano con stupore e gioia. Lo stesso amore altruista che caratterizza il maestro si vede nel carattere e nella vita dei suoi veri seguaci. Cristo si aspetta che diventiamo partecipi della sua natura divina mentre siamo ancora in questo mondo, riflettendo così non solo la sua gloria, a lode di Dio, ma illuminando le tenebre della terra con lo splendore del cielo. Così si compiranno le parole di Cristo: “Voi siete la luce del mondo.”
“Noi siamo collaboratori di Dio” – “Amministratori della grazia varia di Dio.” La conoscenza della grazia di Dio, le verità della sua Parola, così come i doni terreni – tempo, mezzi, talento e influenza – ci sono tutti affidati da Dio per essere utilizzati per la sua gloria e per la salvezza degli altri.
Ovunque esista un impulso di amore e simpatia, ovunque il cuore si rivolga agli altri per elevarli e benedirli, si manifesta l’opera dello Spirito Santo di Dio. Nelle profondità del paganesimo, coloro che non hanno alcuna conoscenza della legge scritta di Dio, che non hanno mai sentito il nome di Cristo, hanno compiuto buone azioni verso i suoi servi, proteggendoli a rischio della propria vita. Le loro azioni sono una prova dell’opera della potenza divina. Lo Spirito Santo ha piantato la grazia di Cristo nei cuori dei selvaggi, risvegliando le loro simpatie contrarie alla loro natura e alla loro educazione. “Questa luce… che illumina ogni uomo che viene nel mondo” risplende nelle loro anime; questa luce, se vi presteranno attenzione, guiderà i loro passi verso il regno di Dio.
Review and Herald, 24 dicembre 1908

Padre celeste,
ti ringraziamo per i molteplici doni della tua grazia. Aiutaci a mostrare al mondo la tua pienezza e sufficienza. Fa’ che riflettiamo e condividiamo il tuo amore e la tua bontà. Rendici fedeli collaboratori di Gesù Cristo. Guidaci come membri del tuo corpo spirituale. Ti chiediamo di trasformare i nostri cuori con la tua misericordia. Fa’ che il tuo amore altruista sia visibile nella nostra vita. Illumina le tenebre della terra con il tuo splendore. Aiutaci a usare i tuoi doni per la gloria di Dio e per la salvezza degli altri. Preghiamo nel nome di Gesù.
Amen.

Visited 1 times, 1 visit(s) today