11 minuti 3 settimane

Lezione 13.Il trionfo dell’amore di Dio
Speranza, giustizia e destino finale
Benvenuti all’ultima lezione del nostro studio sull’Apocalisse e la profezia dei tempi finali. In questa lezione conclusiva ci concentriamo sul tema ultimo della Bibbia: il trionfo dell’amore di Dio sul peccato, sulla morte e su tutto il male. Esamineremo gli eventi finali della storia del mondo, come descritti nelle Sacre Scritture, e vedremo come il piano di salvezza e giustizia di Dio si compie.
Viviamo in un mondo spesso caratterizzato da incertezza, sofferenza e ingiustizia. Questa lezione offre conforto e speranza, mostrando che Dio ha il controllo definitivo e che il Suo piano per l’umanità e l’universo si realizzerà. Dall’intensa epoca della tribolazione al Millennio e al giudizio finale, vedremo come la giustizia, l’amore e la sovranità di Dio alla fine prevarranno.
In questa lezione tratteremo i seguenti argomenti principali:
  1. Speranza nei tempi difficili: Come le promesse di Dio e il ritorno di Cristo ci diano conforto e fiducia, anche nei momenti più bui della tribolazione.
  2. Preparazione alla tribolazione: L’importanza di una relazione profonda e personale con Gesù come unica preparazione adeguata per le prove future.
  3. Il Millennio sulla Terra: Il significato simbolico della prigionia di Satana e il ruolo dei giusti durante questi 1000 anni.
  4. Il giudizio finale: La distruzione definitiva degli empi e la completa rivelazione della giustizia di Dio.
  5. Due eternità: Le conseguenze delle nostre scelte e le due possibili eternità – vita eterna o morte eterna.
Attraverso lo studio di questi argomenti, riconosceremo il profondo significato dell’amore di Dio, che si manifesta nel Suo operato per salvare l’umanità e superare definitivamente il male. Questa lezione ci incoraggia a rimanere saldi nella fede, a fidarci delle promesse di Dio e a vivere una vita che rifletta la Sua giustizia e il Suo amore. Unitevi a noi in questo viaggio per scoprire l’amore e la grazia travolgenti di Dio, che culminano nel Suo trionfo sul peccato.

13.1 Speranza nonostante un periodo turbolento
Le promesse di Dio per la fine dei tempi
Leggi Apocalisse 22:11-12; Daniele 12:1-2 e Geremia 30:5-7. Quali eventi accadono direttamente prima del ritorno di Cristo?
I versetti di Apocalisse 22:11-12, Daniele 12:1-2 e Geremia 30:5-7 delineano un quadro chiaro degli eventi che avverranno immediatamente prima del ritorno di Cristo. Questi passaggi parlano di un periodo di intensa tribolazione e prova che l’umanità dovrà affrontare.
Dopo la fine del tempo di prova per l’umanità, inizierà un periodo di difficoltà senza precedenti, descritto in Daniele 12:1 come “un tempo di angoscia, quale non c’era mai stato”. Apocalisse 16 descrive questo periodo come il versamento delle sette ultime piaghe sul mondo empio. Queste piaghe ricordano quelle in Egitto, ma anche qui il popolo di Dio sarà protetto.
In Daniele 12:1 ci viene data una promessa speciale: “In quel tempo sarà salvato il tuo popolo, chiunque si troverà scritto nel libro.” Questo si riferisce al “Libro della Vita”, in cui sono scritti i nomi di coloro che sono rimasti fedeli a Gesù (vedi anche Filippesi 4:3; Apocalisse 13:8; 20:12,15; 22:19). Coloro che hanno mantenuto la loro fede non saranno cancellati dal Libro della Vita (Apocalisse 3:5).
Queste promesse ci danno speranza nei tempi difficili. Ci ricordano che Dio non dimentica il suo popolo e che, nonostante le prove e le piaghe imminenti, c’è salvezza e vita eterna per i credenti. La nostra fedeltà a Gesù e la nostra fiducia nelle sue promesse sono la chiave per rimanere saldi in questo periodo di tribolazione e sperimentare la redenzione finale.
Leggi 1 Giovanni 3:1-3; Giovanni 8:29 e Giovanni 14:30. Qual è l’unica preparazione sufficiente per il tempo di tribolazione imminente?
I versetti 1 Giovanni 3:1-3; Giovanni 8:29 e Giovanni 14:30 ci mostrano che l’unica preparazione sufficiente per il tempo di tribolazione imminente è una profonda e personale relazione con Gesù. Questa relazione è caratterizzata da un desiderio incrollabile di piacere a Gesù in tutto e di vivere una vita pura, come fece Lui.
1 Giovanni 3:1-3 parla del grande amore che il Padre ci ha dato chiamandoci suoi figli. Questo amore ci motiva a purificarci, come Gesù è puro. In Giovanni 8:29, Gesù spiega che Egli fa sempre ciò che piace al Padre. Questo dimostra la profonda connessione e il costante sforzo di compiere la volontà di Dio che anche noi dovremmo perseguire.
Giovanni 14:30 descrive come nel cuore di Gesù non ci fosse nulla che potesse reagire agli inganni di Satana. Anche noi dovremmo riflettere questo aspetto del Suo carattere. Attraverso la potenza dello Spirito Santo, possiamo vivere una vita caratterizzata dalla purezza e dall’indipendenza dagli influssi satanici.
Durante il periodo di tribolazione, il popolo di Dio avrà una relazione così profonda con Gesù che nulla potrà scuotere questa relazione. Il loro obiettivo principale sarà piacere a Lui e seguire il Suo esempio. Questa stretta connessione e purezza sarà opera dello Spirito Santo in noi.
In sintesi, l’unica preparazione sufficiente per il tempo di tribolazione imminente è coltivare una relazione intima e pura con Gesù. Questa relazione si caratterizza per una vita che cerca costantemente di piacere a Gesù e riflettere la purezza del Suo carattere. Così saremo in grado di rimanere saldi e superare le sfide della tribolazione.
Leggi Salmo 27:5; 91:1-11 e Apocalisse 3:10-12. Quali rassicuranti promesse ci dà Dio per il tempo di tribolazione?
I versetti Salmo 27:5; 91:1-11 e Apocalisse 3:10-12 ci offrono profonde e rassicuranti promesse per il tempo di tribolazione. Queste promesse ci ricordano che Dio è la nostra protezione e il nostro rifugio nei tempi difficili.
Salmo 27:5 ci promette che Dio ci nasconderà nel Suo rifugio nei tempi di difficoltà e ci proteggerà nel Suo santuario. Egli ci metterà su una roccia, simbolo di sicurezza e stabilità. Questa assicurazione ci dà pace, sapendo che Dio ci protegge in mezzo alle difficoltà.
Salmo 91:1-11 parla della sicurezza che troviamo all’ombra dell’Onnipotente. Chi dimora nel rifugio dell’Altissimo non deve temere i terrori della notte né le frecce che volano di giorno. Questo passaggio sottolinea che gli angeli di Dio ci proteggeranno e ci custodiranno in tutti i nostri modi. Questo ci dà fiducia che siamo sicuri in ogni situazione, perché Dio ci protegge.
Apocalisse 3:10-12 promette che Gesù proteggerà coloro che hanno custodito la Sua parola. Egli ci proteggerà nell’ora della tentazione che verrà su tutto il mondo. Questo passaggio sottolinea anche che come vincitori riceveremo un posto stabile nel tempio di Dio. Questa promessa ci rafforza, sapendo che la nostra fede e fedeltà saranno ricompensate.
Ci sono fraintendimenti riguardo al tempo della tribolazione e al ruolo del Mediatore. Quando Gesù terminerà la Sua mediazione nel santuario celeste, questo non significa che siamo soli e dobbiamo contare sulle nostre forze. Gesù ci ha assicurato che sarà sempre con noi (Matteo 28:20). La nostra fede si affida anche quando non possiamo vedere, e rimane salda anche se il mondo intorno a noi crolla.
Durante il periodo di tribolazione, la nostra fede sarà rafforzata e il nostro desiderio per l’eternità crescerà. Il nostro unico desiderio sarà vivere per sempre con Gesù. Queste promesse ci danno conforto e speranza che Dio non ci abbandonerà mai e ci proteggerà in tutte le prove e difficoltà.
Gli eventi e le promesse descritte nei versetti biblici hanno un profondo significato per la nostra vita quotidiana e la nostra fede. Non sono solo previsioni di eventi futuri, ma offrono anche guide pratiche e speranza per la vita quotidiana.
  1. Rafforzamento della fede: La certezza che Dio ci proteggerà e ci salverà nei tempi di tribolazione rafforza la nostra fede e fiducia in Lui. Questo ci motiva a mantenere la nostra fede in tutte le situazioni della vita, anche di fronte alle difficoltà.
  2. Purezza e santificazione quotidiana: L’invito a essere puri come Gesù (1 Giovanni 3:1-3) e a piacergli in tutto (Giovanni 8:29) significa che dobbiamo quotidianamente sforzarci di vivere una vita conforme alla volontà di Dio. Questo include la preghiera, lo studio della Bibbia e l’impegno per una vita santa.
  3. Fiducia nella protezione di Dio: Salmo 91:1-11 e Salmo 27:5 ci ricordano che Dio è il nostro rifugio e la nostra protezione. Queste promesse ci danno coraggio e fiducia nell’affidarci a Dio e nella Sua protezione, indipendentemente da ciò che accade nella vita quotidiana.
  4. Mantenimento della fedeltà: Apocalisse 3:10-12 ci incoraggia a rimanere fedeli anche quando arrivano prove e tentazioni. Questo significa che dobbiamo rimanere saldi nella nostra vita quotidiana, custodendo la parola di Dio e servendolo fedelmente.
  5. Vivere con una prospettiva eterna: La speranza della redenzione finale e della vita eterna ci motiva a orientare la nostra vita verso ciò che è essenziale. Ci ricorda che le nostre preoccupazioni e difficoltà terrene sono temporanee e che dobbiamo lavorare per la comunione eterna con Gesù.
  6. Incoraggiamento e conforto: Queste promesse offrono conforto nei tempi difficili. Ci ricordano che non siamo soli e che Dio è sempre con noi (Matteo 28:20). In mezzo alle sofferenze e alle sfide, possiamo fidarci della Sua presenza e aiuto.
Integrando questi principi nella nostra vita quotidiana, la nostra fede diventerà non solo una fonte di speranza e forza nei tempi difficili, ma anche una testimonianza attiva e viva della presenza e della fedeltà di Dio.

Confida che Dio ti proteggerà e ti guiderà in tutte le prove; le Sue promesse sono la tua forza e speranza, indipendentemente dalle sfide che incontri.

Visited 2 times, 1 visit(s) today