4 minuti 1 mese
L’obbedienza è il frutto dell’amore | 12.06.2024
L’importanza dell’obbedienza e della fede nella vita cristiana
Introduzione: L’obbedienza e la fede giocano un ruolo centrale nella vita cristiana. Coloro che si considerano santi dovrebbero esaminare le esigenze complete della legge di Dio per riconoscere la loro vera condizione spirituale. Il vero amore per Dio si manifesta attraverso l’obbedienza ai suoi comandamenti, e l’obbedienza è il risultato della fede e dell’amore, non un mezzo per ottenere la salvezza. Si mette in guardia contro l’autoinganno e si sottolinea che un cuore santificato è in armonia con la legge di Dio. Molti credenti potrebbero sperimentare più pace e gioia se esercitassero pienamente la loro fede e accettassero le promesse di Dio.

“Chi ha i miei comandamenti e li osserva, quello mi ama.” Giovanni 14:21

Coloro che si considerano santi dovrebbero guardarsi nello specchio della legge di Dio. Quando vedranno le sue esigenze complete e comprenderanno il suo ruolo di giudice dei pensieri e dei sentimenti del cuore, non si vanteranno del loro stato di perfezione. […]
Ci sono persone che affermano di essere sante, che dichiarano di appartenere completamente al Signore e che rivendicano le promesse di Dio mentre non sono disposte a obbedire ai suoi comandamenti. Questi trasgressori della legge rivendicano tutto ciò che è promesso ai figli di Dio, ma questa è un’audacia da parte loro, perché Giovanni ci dice che il vero amore per Dio si manifesta attraverso l’obbedienza a tutti i suoi comandamenti. Non basta credere alla teoria della verità, fare una professione di fede in Cristo, credere che Gesù non sia un impostore e che la religione della Bibbia non sia una favola abilmente inventata. “Chi dice: ‘Io lo conosco’ e non osserva i suoi comandamenti”, scrive Giovanni, “è un bugiardo e la verità non è in lui. Ma chi osserva la sua parola, in lui l’amore di Dio è veramente perfetto; da questo sappiamo che siamo in lui” (1 Giovanni 2:4,5).
Giovanni non ha detto che la salvezza possa essere ottenuta tramite l’obbedienza, ma che l’obbedienza è il frutto della fede e dell’amore. “Sapete che egli è apparso per togliere i peccati, e in lui non c’è peccato. Chiunque dimora in lui non pecca; chiunque pecca non l’ha visto né conosciuto” (1 Giovanni 3:5,6). Se dimoriamo in Cristo, se l’amore di Dio è accolto nel cuore, i nostri sentimenti, pensieri e azioni saranno in armonia con la volontà di Dio. Un cuore santificato è in armonia con i precetti della legge di Dio.
Ci sono molti che, sebbene si sforzino di obbedire ai comandamenti di Dio, hanno poca pace e gioia. Questa mancanza nella loro esperienza è il risultato di una scarsa esercitazione della fede… Chiedono poco, mentre potrebbero chiedere molto; poiché non c’è limite alle promesse di Dio… Attraverso l’esercizio della fede, i credenti entrano in possesso di queste benedizioni. Con la fede, ogni carenza di carattere può essere colmata, ogni impurità può essere purificata, ogni errore può essere corretto e ogni qualità preziosa può essere sviluppata.
Ellen White, Gli Atti degli Apostoli, pp. 562-564

Visited 2 times, 1 visit(s) today