4 minuti 4 settimane
I Dieci Comandamenti, con il sabato al centro | 13.06.2024
La visione del santuario celeste e l’importanza del vero sabato
Introduzione: Nel seguente passaggio, l’autrice descrive una visione del santuario celeste che le è stata data dal Signore. In questa visione, il tempio di Dio nel cielo era aperto e l’arca dell’alleanza di Dio le è stata mostrata, sopra la quale si trovava il trono di grazia. Ella descrive l’importanza dei Dieci Comandamenti, in particolare del quarto comandamento, che brillava al centro delle tavole. L’angelo che la accompagnava le spiegò l’importanza del sabato come segno del Dio vivente, che ha creato il cielo e la terra. La visione dimostra che l’osservanza del vero sabato avrebbe preservato l’umanità dall’idolatria. Ella chiama a ristabilire il sabato e a difendere la legge di Dio, specialmente di fronte ai cambiamenti introdotti dall’“uomo dell’illegalità”.

“Metterai il propiziatorio in cima all’arca e nell’arca porrai la testimonianza che io ti darò.” Esodo 25:21

Allora il Signore mi diede una visione del santuario celeste. Il tempio di Dio nel cielo era aperto e mi fu mostrata l’arca dell’alleanza di Dio, sopra la quale si trovava il trono di grazia. Su entrambi i lati dell’arca stavano due angeli con i volti abbassati e le ali distese sopra il trono di grazia. L’angelo che mi accompagnava nella visione mi disse che questo rappresentava tutto l’esercito celeste che guarda con rispetto e timore la legge di Dio, che era stata scritta con il Suo dito.
Gesù sollevò il coperchio dell’arca e vidi le tavole di pietra sulle quali erano scritti i Dieci Comandamenti. Rimasi stupita quando vidi che il quarto comandamento era scritto esattamente al centro dei dieci precetti e circondato da un alone di luce. L’angelo mi disse: “Tra tutti i comandamenti, questo è l’unico che descrive il Dio vivente come Colui che ha creato il cielo, la terra e tutto ciò che vi è sopra.”
Il sabato fu istituito alla fondazione della terra. Mi fu mostrato che, se il vero sabato fosse stato osservato, non ci sarebbero mai stati atei e pagani. L’osservanza del sabato avrebbe protetto il mondo dall’idolatria.
Ma il quarto comandamento è stato calpestato e noi siamo chiamati a riparare la breccia nella legge e a difendere il sabato profanato. L’uomo senza legge, che si è innalzato sopra Dio e ha pensato di cambiare i tempi e la legge, ha causato uno spostamento del sabato dal settimo giorno al primo giorno della settimana. Così facendo, ha creato una breccia nella legge di Dio. Poco prima del grande giorno di Dio, viene inviato un messaggio per avvertire le persone di tornare all’osservanza della legge di Dio, che l’anticristo aveva corrotto. Sia attraverso l’insegnamento che attraverso l’esempio, dobbiamo attirare l’attenzione sulla breccia nella legge. […]
Mi fu anche mostrato che il terzo angelo, che proclama i comandamenti di Dio e la fede in Gesù, rappresenta il popolo che accetta questo messaggio e alza la voce per avvertire il mondo di osservare i comandamenti di Dio e la Sua legge come la pupilla dei propri occhi e che molti risponderanno a questo avvertimento, accettando il sabato del Signore.
Ellen White, Primi Scritti, pp. 95-96
Foto: www.bible-scenes.com

Visited 4 times, 1 visit(s) today