4 minuti 2 mesi
Le preghiere pubbliche non devono essere lunghe | 25.05.2024
Riunioni di preghiera: efficacia attraverso la brevità
Introduzione: Le riunioni di preghiera dovrebbero essere centri vibranti di comunità spirituale, ma troppo spesso si perdono in monologhi interminabili e procedimenti non strutturati. Questi momenti chiave della vita di fede meritano un’organizzazione accurata e una chiara focalizzazione sull’essenziale. In un’epoca in cui l’attenzione è scarsa, l’efficacia è più importante che mai. L’introduzione a tali incontri dovrebbe quindi essere breve, concisa e mirata, per ispirare e incoraggiare i partecipanti a concentrarsi sulla preghiera.

“Guardatevi dagli scribi, … che fanno lunghe preghiere per apparire.” Luca 20:46-47

Le riunioni di preghiera dovrebbero essere gli incontri più interessanti di tutti, ma spesso sono mal organizzate. Molti partecipano al culto, ma trascurano le riunioni di preghiera. Qui dobbiamo riflettere. La saggezza di Dio dovrebbe essere richiesta e dovrebbero essere fatti piani per condurre le riunioni in modo che siano interessanti e attraenti. Le persone hanno fame del pane della vita. Se lo trovano nelle riunioni di preghiera, verranno per riceverlo.
Le presentazioni e le preghiere lunghe e sovraccariche non hanno posto, specialmente negli incontri sociali. A quelli che sono audaci e sempre loquaci viene permesso di non lasciare spazio ai testimoni timidi e riservati. In generale, i superficiali hanno più da dire. Le loro preghiere sono lunghe e meccaniche. Stancano gli angeli e le persone che le ascoltano. Le nostre preghiere dovrebbero essere brevi e concise. Le richieste lunghe e faticose dovrebbero essere riservate al luogo segreto, se qualcuno deve farle. Ricevete lo spirito di Dio nel vostro cuore, e lui eliminerà ogni traccia di formalità sterile.
Cristo ha radicato nei pensieri dei suoi discepoli che le loro preghiere dovevano essere brevi, esprimendo esattamente ciò che desideravano e nient’altro. Egli mostra la lunghezza e il contenuto della preghiera, in cui devono esprimere i loro desideri di benedizioni materiali e spirituali e rendere grazie per questo. Quanto è completo questo modello di preghiera! Copre i bisogni reali di tutti. Un minuto o due sono sufficienti per ogni preghiera ordinaria. Ci possono essere occasioni in cui la preghiera è dettata in modo speciale dallo Spirito di Dio, in cui le suppliche vengono fatte dallo Spirito. L’anima urgente viene in agonia e sospira davanti a Dio. Lo Spirito lotta come Giacobbe ha lottato e non trova riposo senza manifestazioni speciali della potenza di Dio. Questo piace a Dio.
Ma molti pregano in modo sterile, come se stessero predicando. Pregano per altre persone, non per Dio. Se pregassero Dio e fossero consapevoli di ciò che fanno, sarebbero allarmati dalla loro sfrontatezza, poiché si presentano davanti al Signore con una forma di preghiera come discorso, come se il Creatore dell’universo avesse bisogno di informazioni speciali sui problemi generali del mondo. Tutte queste preghiere sono come un bronzo risonante e un cembalo squillante. Non sono considerate in cielo. Gli angeli di Dio ne sono stanchi, così come le persone costrette ad ascoltarle.
Ellen White, Consigli per la Chiesa, pp. 291-292

Visited 2 times, 1 visit(s) today