4 minuti 2 mesi
Il credo e la preghiera segreta | 05.05.2024
Il potere della fede e la fiducia nelle benedizioni promesse
Introduzione: In questo testo ispiratore, Ellen White riflette sull’importanza essenziale della fede e della preghiera nella nostra vita spirituale. Sottolinea la necessità di afferrare la benedizione promessa già attraverso la fede, prima che essa si realizzi. Mantenendo ferma la fiducia nelle promesse di Dio e esercitando una forte fede, possiamo ricevere le sue benedizioni e sperimentare il suo potere. White incoraggia a trascorrere del tempo nella preghiera segreta e a rimanere costantemente legati a Cristo come nostra fonte di forza e nutrimento. Queste riflessioni offrono un incoraggiamento senza tempo per affrontare le sfide della vita con fede e fiducia.

“Di sera, di mattina e a mezzogiorno mi lamento e gemino, ed egli ascolta la mia voce.” Salmo 55,18

La vera fede afferra la benedizione promessa e la reclama, prima che essa si realizzi e si sperimenti. Dobbiamo inviare le nostre suppliche attraverso la fede, oltre al secondo velo, e far sì che la nostra fede afferrate la benedizione promessa e la rivendichi come nostra. Poi dobbiamo credere di aver ricevuto la benedizione, perché la nostra fede si è attaccata ad essa e, secondo la Parola, ci appartiene. “Perciò vi dico: tutto quello che domanderete nella preghiera, credete di averlo già ottenuto e vi sarà accordato” (Marco 11:24). Questa è fede, pura fede: credere di aver ricevuto la benedizione prima di realizzarla. Quando realizziamo la benedizione promessa e ci rallegriamo di essa, la fede è perfetta. Ma molti credono di avere molta fede solo quando ricevono abbondantemente lo Spirito Santo e credono di non poter avere fede se non sentono il potere dello Spirito. Confondono la fede con la benedizione che viene attraverso la fede. Il momento migliore per esercitare la nostra fede è quando ci sentiamo privati dello Spirito Santo. Quando una densa oscurità sembra avvolgere i nostri pensieri, è il momento di far penetrare la fede vivente attraverso l’oscurità e dissipare le nuvole. La vera fede si basa sulle promesse nella Parola di Dio, e solo coloro che si sottomettono a questa Parola possono reclamarne le sue gloriose promesse. […] Dovremmo trascorrere molto tempo nella preghiera segreta. Cristo è la vite, noi siamo i tralci. E se vogliamo crescere e prosperare, dobbiamo continuamente attingere il succo e il nutrimento dalla vite viva; perché separati dalla vite non abbiamo alcuna forza.
Ho chiesto all’angelo perché in Israele non ci fosse più fede e potere. Mi ha detto: “Lasciate andare il braccio del Signore troppo presto. Continuate nelle vostre suppliche davanti al trono e attenetevi con fermezza, attraverso una forte fede. Le promesse sono sicure. Credete di ricevere le cose che chiedete e le otterrete.” […] Ho visto che dubitavamo delle promesse sicure e offendevamo il Salvatore attraverso la nostra mancanza di fede. […] Se il nemico può convincere i disperati a distogliere gli occhi da Gesù, a guardare a se stessi e a concentrarsi sulla propria indegnità anziché sui meriti di Gesù, sul suo amore e sulla sua grande misericordia, allora toglierà loro lo scudo della fede e raggiungerà il suo obiettivo; saranno esposti ai suoi fuochi. Perciò i deboli dovrebbero guardare a Gesù e credere in Lui; allora eserciteranno fede.
Ellen White, Esperienze e Visioni, p. 72-73

Visited 6 times, 1 visit(s) today