5 minuti 10 mesi

Serie LETTERA AGLI EFESENI con il Pastore Mark Finley  |
Lezione 1: La missione di Dio nei nostri confronti: I parte |
Versetto di memoria: Genesi 3:9 – «Dio il SIGNORE chiamò l’uomo e gli disse: “Dove sei?”»  |
Contenuto:  |
1.1 Il Dio che si protende verso di noi

Questo testo ci ricorda che Dio ci ha creati a sua immagine e somiglianza per avere una relazione intima con Lui, caratterizzata dall’amore. Ci ha anche donato il libero arbitrio in modo che il nostro amore per Lui sia autentico, fornendoci al contempo chiare istruzioni per proteggerci dalle conseguenze dell’insubordinazione. Nonostante l’ingresso del peccato nel mondo, si manifesta la misericordia di Dio e la sua determinazione nell’adempimento della sua missione di redenzione per salvare l’umanità caduta. Questo ci ricorda che Dio si avvicina sempre a noi e ci cerca, anche nei nostri momenti più difficili.
1.2 Il Dio che desidera stare con noi
Le promesse di Dio ad Abramo e alla sua discendenza nell’Antico Testamento enfatizzano costantemente il profondo desiderio di Dio di essere con il suo popolo e di servirli. Questo ci mostra che Dio ha una natura missionaria e lavora attivamente per estendere il suo amore e le sue benedizioni a tutto il mondo. La costruzione del santuario dell’Antico Testamento e le offerte al suo interno erano simboli dell’opera futura di Gesù Cristo, che avrebbe alla fine adempiuto alla missione di redenzione di Dio per l’umanità. Ciò ci ricorda quanto Dio sia interessato a essere con noi e a salvarci.
1.3 Il Dio che è diventato uno con noi
L’Antico Testamento illustra la strategia missionaria di Dio, in cui ha attuato un piano attraverso un popolo scelto per rivelare la sua natura e il suo scopo al mondo. Questa strategia è continuata nel Nuovo Testamento quando Dio, tramite l’incarnazione di Gesù Cristo, ha rivelato una nuova dimensione del suo rapporto con l’umanità. La nascita di Gesù ci mostra che Dio ha concretamente realizzato il suo desiderio di essere con noi, venendo sotto forma umana. L’Incarnazione di Cristo sottolinea che Dio continua attivamente la sua missione di redenzione diventando uno con noi per mostrarci la via verso Dio.
1.4 Il Dio che continua a stare con noi
La vita e il ministero di Gesù sono stati una rivelazione di Dio che è andata più in profondità di quanto sia mai stato fatto prima. In Cristo, la natura missionaria di Dio è stata completamente rivelata, e Gesù stesso ha dichiarato la sua missione di cercare e salvare le persone. Giovanni 3:16 mostra come l’amore e la missione di Dio siano intrecciati, poiché ha mandato suo Figlio per portarci la redenzione. Gli eventi dell’ultima settimana della vita di Gesù, compreso il suo sacrificio sulla croce e la sua risurrezione, hanno collegato la speranza del passato con il futuro. La sua morte faceva parte del processo di riconciliazione, e la sua risurrezione ha sconfitto la morte. Il Grande Comando in Matteo 28:18-20 ci assicura che Gesù ha tutto il potere ed è sempre con noi mentre ci impegniamo nella missione di Dio.
1.5 Il Dio che ritornerà per noi
Giovanni 14:1-3 è profondamente connesso al messaggio escatologico della Bibbia. Questo versetto rivela la beata speranza che Gesù tornerà da noi per portarci a sé, in modo che possiamo essere con lui per sempre. Questa promessa riflette il desiderio del Creatore di essere con le sue creature per l’eternità. Nell’Apocalisse (Apocalisse 21:3), questa speranza alla fine si realizza quando Dio abiterà tra gli esseri umani, e loro saranno il suo popolo. Questa è l’immagine più elevata della redenzione, in cui il Dio della missione adempie al suo piano ultimo, essere sempre con i suoi figli. È un privilegio partecipare a questa gloriosa realtà.
Ecco le istruzioni per attivare i sottotitoli in italiano: Vai al menu ‘Sottotitoli’ nel lettore video, poi seleziona ‘Impostazioni’ e attiva l’opzione ‘Traduzione automatica’. Infine, seleziona la lingua desiderata, in questo caso l’italiano.
 

Visited 3 times, 1 visit(s) today