2 minuti 10 mesi

Il testo “Il Dio che si protende verso di noi” riflette in modo impressionante sulla significatività teologica della storia di Adamo ed Eva e sulla divina missione della redenzione. Emerge chiaramente come l’umanità, creata da Dio a sua immagine, abbia deviato dalla perfezione originale a causa della decisione di Adamo ed Eva di disobbedire ai comandamenti di Dio.
La domanda di Dio ad Adamo, “Dove sei?” in Genesi 3:9-15, è considerata un elemento centrale. Questa domanda rappresenta la ricerca di Dio verso la sua creazione caduta e rivela la sua natura missionaria. In questa domanda si esprime il desiderio di Dio di trovare e salvare l’umanità nonostante il peccato e la perdizione. Questo riflette l’idea che Dio è sempre pronto a venire verso di noi, a cercarci e a salvarci, e a essere con noi.
La domanda “Dove sei?” può essere anche intesa come un richiamo all’esperienza personale. Ci ricorda che Dio ci sta cercando nel nostro cammino spirituale e ci chiede se siamo vicini a Lui. Come rispondiamo a questa domanda è di cruciale importanza. Ci incoraggia a riflettere sulla nostra relazione con Dio e a rivalutare le decisioni prese in questa relazione. Ci ricorda che abbiamo la scelta di rispondere alla ricerca di Dio verso di noi e di lasciarci toccare dal suo amore e dalla sua redenzione.
In generale, il testo è una profonda riflessione sulla divina amore, sul libero arbitrio e sulla missione di redenzione di Dio. Ci incoraggia a riflettere sulla nostra personale relazione con Dio e a riconoscere che, nonostante i nostri errori e peccati, Dio è sempre pronto a venire verso di noi e a salvarci.

Visited 1 times, 1 visit(s) today