7 minuti 4 settimane

 

12.3 Chi Adoriamo?
La Decisione nella Grande Battaglia
Negli ultimi giorni, il conflitto per la vera adorazione si svolgerà in modo drammatico. Adoriamo il Creatore o adoriamo la bestia e la sua immagine? Non c’è una via di mezzo. Il primo angelo in Apocalisse 14 esorta gli uomini e le donne: “Adorate colui che ha fatto il cielo, la terra, il mare e le fonti delle acque!” (Ap 14,7). Per rafforzare ulteriormente l’appello del cielo, il terzo angelo rivela le terribili conseguenze dell’adorazione della bestia: “esso berrà del vino dell’ira di Dio, versato puro nel calice della sua ira” (v. 10). Al contrario, coloro che adorano il Creatore sono descritti come coloro che “osservano i comandamenti di Dio e la fede di Gesù” (v. 12).
La creazione è il fondamento della vera adorazione (Ap 4,11). Poiché Dio “ha creato tutto per mezzo di Gesù Cristo” (Ef 3,9), Satana odia il Creatore e ha cercato, tramite potenze terrene, di cambiare il sabato, il memoriale della creazione (Dn 7,25). Nel prossimo conflitto sulla legge di Dio, si tratta di autorità. Se Satana riuscirà a eliminare l’adorazione del sabato, dichiarerà che la sua autorità è maggiore di quella di Dio. Per raggiungere questo obiettivo, Satana tenterà di convincere o costringere il mondo intero ad accettare un sabato falso.
Per quanto possa essere difficile vederlo ora – come abbiamo già notato, il mondo sta cambiando drammaticamente. La crisi del coronavirus ci ha mostrato che il nostro mondo può cambiare da un giorno all’altro. Sebbene non conosciamo i dettagli che porteranno al marchio della bestia, non è molto difficile immaginarlo. Il mondo è molto instabile e, con la straordinaria tecnologia di oggi, ciò di cui la Bibbia avverte potrebbe effettivamente avvenire più rapidamente di quanto possiamo immaginare.
Leggi Apocalisse 13,13–17. Quali punizioni concrete vengono inflitte a coloro che non accettano il marchio della bestia?
Coloro che rimangono fedeli a Cristo e non accettano il marchio della bestia affrontano gravi conseguenze. Oltre alle punizioni economiche, vengono anche minacciati di morte. L’umanità rimane intrinsecamente corrotta, assetata di potere e violenta. Anche se non sappiamo ancora esattamente come si svolgeranno gli ultimi eventi, non è difficile immaginare la persecuzione negli ultimi tempi. Sebbene scritte in un contesto completamente diverso, queste parole di Giovanni dicono tutto. Riguardo a Gesù, Giovanni scrive che “non aveva bisogno che qualcuno gli desse testimonianza sull’uomo, perché egli stesso sapeva cosa c’è nell’uomo” (Gv 2,25).
Pensa alla corruzione dell’umanità e al male di cui le persone sono capaci. Perché ciò dimostra quanto facilmente possono verificarsi gli ultimi eventi? E, cosa ancora più importante, cosa dovrebbe insegnarci questa triste verità su come dobbiamo custodire il nostro cuore?
La corruzione dell’umanità e il male di cui le persone sono capaci dimostrano quanto facilmente possono verificarsi gli ultimi eventi, poiché evidenziano quanto rapidamente e diffusamente il rifiuto di Dio e dei suoi comandamenti possa diffondersi nel mondo. L’umanità è vulnerabile alla manipolazione, alla tentazione e al peccato. In un mondo in cui il male è così diffuso, una crisi innescata da un sistema manipolativo e assetato di potere potrebbe facilmente portare a una persecuzione estesa dei credenti. La storia ci ha mostrato che le persone sono spesso capaci di grandi mali quando vengono sedotte dal potere e dal controllo sugli altri. Pertanto, non è difficile immaginare che gli avvertimenti della Bibbia sugli ultimi tempi possano diventare realtà.
Questa triste verità su quanto possa essere corrotta l’umanità dovrebbe insegnarci a custodire il nostro cuore e a essere vigili. Dovremmo essere consapevoli di quanto facilmente possiamo essere influenzati dalle tentazioni e dalle inganni di questo mondo. È importante esaminare quotidianamente i nostri cuori e le nostre menti e scegliere attivamente di seguire la via di Dio e di non sottometterci alle tentazioni del male. Allineandoci a Dio e ai suoi comandamenti, possiamo diventare più resistenti alle tentazioni e alla corruzione del mondo. Dobbiamo custodire il nostro cuore attraverso la preghiera regolare, lo studio della Bibbia e una decisione consapevole di obbedire a Dio in ogni cosa.

La connessione tra la nostra vita quotidiana e la nostra fede è di fondamentale importanza, specialmente nei tempi in cui il grande conflitto tra vera e falsa adorazione diventa sempre più evidente.
La nostra vita quotidiana è permeata da decisioni che riflettono la nostra adorazione. Adoriamo il Creatore che ha fatto il cielo e la terra o tendiamo a seguire le vie di questo mondo e le voci seducenti del male? L’Apocalisse mostra chiaramente che non c’è una via di mezzo. Le nostre decisioni quotidiane, dalle piccole abitudini alle questioni morali ed etiche più grandi, riflettono a chi dedichiamo in ultima analisi la nostra adorazione.
Gli eventi descritti nell’Apocalisse potrebbero svilupparsi nella nostra epoca molto più rapidamente di quanto possiamo immaginare. L’attuale instabilità del mondo e i progressi tecnologici rendono chiaro che gli avvertimenti della Bibbia non appaiono più fittizi. In tempi così incerti, è essenziale mantenere salda la nostra fede e seguire i principi delle Sacre Scritture.
Riflettendo sulla corruzione dell’umanità e sul male di cui le persone sono capaci, dovremmo riconoscere quanto facilmente possono verificarsi gli ultimi eventi. La storia ci ha mostrato quanto l’umanità sia vulnerabile alla manipolazione, all’abuso di potere e al peccato. Questa consapevolezza dovrebbe incoraggiarci a custodire il nostro cuore e a essere vigili. Dobbiamo essere consapevoli di quanto rapidamente possiamo essere influenzati dalle tentazioni e dagli inganni di questo mondo.
Per custodire i nostri cuori, dobbiamo rivolgerci quotidianamente alla Parola di Dio, rimanere ancorati nella preghiera e sforzarci consapevolmente di seguire la via di Dio in ogni cosa. Custodendo il nostro cuore in questo modo, possiamo diventare più resistenti alle tentazioni e alla corruzione del mondo. È una nostra decisione quotidiana custodire il nostro cuore attraverso una fede solida, un allineamento consapevole ai comandamenti di Dio e una relazione profonda con Lui.

Adoriamo il Creatore o adoriamo la bestia e la sua immagine? Non c’è una via di mezzo.

Visited 1 times, 1 visit(s) today