4 minuti 1 mese
La Fonte di Tutte le Leggi | 9.06.2024
La Mano Divina nella Natura: Una Lezione per la Vita
Introduzione: Nella creazione si riflette l’ordine divino, mentre la natura stessa testimonia dell’esistenza di Dio. Il potere infinito si manifesta nei miracoli dell’universo, e persino l’anima più sensibile non può fare a meno di riconoscere la guida divina. Dal più piccolo insetto fino alle galassie più remote, agisce la stessa mano invisibile che governa l’universo. Questo potere divino si manifesta non solo nella natura, ma anche nell’uomo, sottomesso agli stessi leggi maestose delle stelle e degli atomi. Comprendere questi principi è cruciale, poiché porta l’intera esistenza in armonia con la volontà divina e illustra l’inevitabilità delle conseguenze della trascuratezza di queste leggi.

“Quanto amo la tua legge! Tutto il giorno ne parlo.” – Salmo 119,97

L’immagine della divinità si manifesta in tutte le creature. La natura attesta Dio. Quando lo spirito entra in contatto con il miracolo e il mistero dell’universo, non può fare altro che riconoscere la mano del potere infinito. Non è per la propria forza che la terra dona i suoi frutti e prosegue il suo movimento annuale intorno al sole. Una mano invisibile guida i pianeti nella loro orbita celeste. Una vita misteriosa permea tutta la natura, una vita che sostiene i numerosi mondi nello spazio infinito, che esiste nei minuscoli insetti portati dalla brezza estiva, che anima il volo delle rondini e nutre i giovani corvi, che infonde vita ai boccioli e trasforma il fiore in frutto.
La stessa potenza che sostiene la natura opera anche nell’uomo. Le stesse leggi maestose che guidano sia la stella sia l’atomo controllano anche la vita dell’uomo. Le leggi che governano la funzione del cuore, che regolano il flusso della vita nel nostro corpo, sono le leggi dell’intelligenza onnipotente che ha autorità sull’anima umana. La vita di tutte le cose proviene da lui, una vita che può raggiungere la sua vera sfera solo in armonia con lui. L’intera creazione condivide lo stesso stato esistenziale: la vita è ricevuta accettando la vita di Dio e vivendo in conformità alla volontà del Creatore. Violare le sue leggi, sia fisiche, spirituali o morali, significa essere in disarmonia con l’universo, significa aprire la porta alla discordia, all’anarchia e al declino. Per chi impara ad interpretare i suoi insegnamenti, tutto il creato è illuminato; il mondo è il libro di testo e la vita è la scuola. L’unità tra uomo, natura e Dio, il dominio universale della legge divina e le conseguenze della sua violazione possono impressionare la mente e plasmare il carattere.
Queste sono le lezioni che i nostri figli devono imparare. Per il bambino piccolo, che non può ancora imparare dai libri o abituarsi alla disciplina in classe, la natura appare come una fonte inesauribile di apprendimento e gioia. Il cuore non ancora indurito dal contatto col male può rapidamente riconoscere la presenza che permea l’intera creazione. L’orecchio non ancora assordato dal rumore del mondo ascolta la voce che parla attraverso i sussurri della natura.
Ellen White, Educazione, pp. 99-100

Visited 1 times, 1 visit(s) today