4 minuti 2 mesi
Vivi le tue preghiere | 17.05.2024
Rafforza la tua fede, sperimenta il potere di Dio: Un viaggio nel cuore della preghiera
Introduzione: Benvenuti in un viaggio nella potenza della preghiera: un’esplorazione della profondità della fede. Scoprite come la preghiera costante approfondisca il rapporto con Dio e porti benedizioni. Questa introduzione invita a rafforzare la fiducia nell’operato di Dio e a riconoscere l’importanza di una vita di preghiera continua. Entrate in un mondo di fede, dove la presenza di Dio è tangibile e le risposte alle nostre preghiere sono in attesa.

“Poiché anche a coloro che sono morti è stato predicato l’evangelo, affinché fossero giudicati in modo umano quanto alla carne, ma vivessero secondo Dio quanto allo spirito.” 1 Pietro 4:6

Molti non hanno una fede viva. Questo è il motivo per cui non vedono una maggiore manifestazione del potere di Dio. La loro debolezza è il risultato della loro incredulità. Si fidano più delle loro azioni che dell’opera di Dio per loro. Si assumono la responsabilità di prendersi cura di se stessi. Fanno piani e riflettono, pregano poco e hanno solo una minima fiducia reale in Dio. Credono di avere fede, ma è solo un impulso temporaneo. Poiché non comprendono i propri bisogni né sono disposti a concedere la disponibilità di Dio, non perseverano con fervore davanti al Signore.
Le nostre preghiere devono essere altrettanto persistenti e costanti come la richiesta di un amico che chiede del pane a mezzanotte. Più persistente e costante è la nostra richiesta, più stretto sarà il nostro legame spirituale con il Signore. Riceveremo sempre più benedizioni perché la nostra fede diventerà sempre più grande.
Il nostro compito è pregare e credere. State svegli nella preghiera. Svegliatevi e collaborate con Dio, che ascolta le preghiere. Ricordatevi sempre che “noi siamo operai insieme a Dio” (1 Corinzi 3:9). Parlate e agite in armonia con le vostre preghiere. Nella prova, si vedrà se avete una vera fede o se le vostre preghiere sono solo superficiali.
Quando affrontate difficoltà e siete confrontati con problemi, non cercate aiuto dagli uomini. Affidate tutto a Dio. L’abitudine di condividere le nostre difficoltà con gli altri ci rende più deboli e non conferisce loro potere. Si carica su di loro il peso delle nostre debolezze spirituali, che non possono alleviare. Cerchiamo forza da uomini fallibili e limitati, mentre potremmo avere la forza del Dio infinito, che non commette errori.
Non dovete andare fino ai confini del mondo per cercare saggezza, perché Dio è vicino. Non saranno le capacità che avete ora o che avrete in futuro a portarvi successo. Ma le cose che il Signore può fare per voi. Dovremmo avere molta meno fiducia in ciò che l’uomo può fare e molta più fiducia in ciò che Dio può fare per ogni anima che crede. Egli desidera ardentemente che lo cerchiate nella fede. Vuole che aspettiate grandi cose da lui. Attendendo ansiosamente, vi darà comprensione sia delle cose terrene che di quelle spirituali. Egli può affinare la vostra mente. Egli può darvi tattica e abilità. Mettete in pratica i vostri talenti, chiedete a Dio saggezza e vi sarà data.
Ellen White, Parabole di Gesù, pagg. 145-146.

Visited 1 times, 1 visit(s) today