4 minuti 2 mesi
Concludi l’incontro di preghiera | 07.05.2024
La potenza e l’importanza della preghiera perseverante
Introduzione: In questo testo viene illuminata l’importanza della preghiera come elemento fondamentale della crescita spirituale. La perseveranza nella preghiera viene evidenziata come essenziale per approfondire la fede e l’esperienza spirituale. Attraverso citazioni bibliche e consigli pratici, si chiarisce come la preghiera incessante conduca a una continua connessione con Dio. Viene sottolineata la necessità di pregare sia pubblicamente che privatamente, poiché quest’ultima è considerata essenziale per lo sviluppo del rapporto spirituale. Questa introduzione fornisce una panoramica degli argomenti trattati nel testo.

“Tutti costoro perseveravano unanimi nella preghiera, insieme con alcune donne e Maria, madre di Gesù, e con i suoi fratelli.” Atti degli Apostoli 1,14

La perseveranza è stata resa condizione per ricevere. Se vogliamo crescere nella fede e nell’esperienza, dobbiamo pregare incessantemente. Dobbiamo perseverare nella preghiera e vegliare in essa con ringraziamenti (Romani 12:12; Colossesi 4:2). Pietro esortò i credenti: “Siate saggi e vegliate nella preghiera” (1 Pietro 4:7). Paolo consigliò: “Non angustiatevi per nulla, ma in ogni cosa fate conoscere le vostre richieste a Dio con preghiere, suppliche e ringraziamenti” (Filippesi 4:6). “Ma voi, cari, edificatevi sul vostro santissimo fede, pregando nello Spirito Santo, conservandovi nell’amore di Dio” (Giuda, versetti 20 e 21). La preghiera incessante è la connessione ininterrotta dell’anima con Dio.
La preghiera richiede diligenza; nulla dovrebbe fermarti. Metti ogni sforzo per mantenere la comunione tra Gesù e la tua anima. Cerca ogni opportunità per partecipare ai momenti di preghiera. Coloro che cercano davvero la comunione con Dio saranno visti nelle riunioni di preghiera, adempiendo fedelmente al loro dovere e desiderosi e impazienti di raccogliere il maggior numero possibile di benedizioni. Sfrutteranno ogni opportunità per sedersi dove possono ricevere i raggi della luce celeste.
Dobbiamo pregare in famiglia e, soprattutto, non trascurare la preghiera in solitudine, poiché questa è la vita dell’anima. È impossibile crescere spiritualmente trascurando la preghiera. La preghiera solo in famiglia o in pubblico non è sufficiente. Nell’intimità apri il tuo cuore davanti all’occhio penetrante di Dio. La preghiera silenziosa deve essere udita solo da Dio. Nessun orecchio curioso dovrebbe essere sovraccarico del peso di tali suppliche. Nella preghiera silenziosa, l’anima è protetta dalle influenze circostanti, è libera da agitazioni. Si alza verso Dio, tranquilla ma appassionata. Piacevole e duraturo sarà l’influenza che emana da chi vede nell’ombra, il cui orecchio è aperto per ascoltare la preghiera dal cuore. Attraverso una fiducia semplice e silenziosa, l’anima ha comunione con Dio e raccoglie raggi di luce divina per essere rafforzata e sostenuta nella lotta contro Satana. Dio è la fortezza della nostra forza.
Prega nella tua camera e mentre sei impegnato nei tuoi affari quotidiani, lascia che il tuo cuore si rivolga a Dio. Così camminò Enoch con Dio. Queste preghiere silenziose salgono al trono della grazia come il profumo dell’incenso. Satana non può sconfiggere colui il cui cuore confida così in Dio.
Ellen White, Il Cammino a Cristo, p. 97-99

Visited 5 times, 1 visit(s) today