7 minuti 6 mesi

Serie IL LIBRO DEI SALMI con il Pastore Mark Finley  |
Lezione 4. Il Signore ascolta e libera  |
Nella lezione 4, viene esplorato approfonditamente il potente messaggio dei Salmi sulla potenza, presenza e cura di Dio. Il Salmo 139 trasmette in modo impressionante che la conoscenza di Dio su di noi è profonda e unica, e, a differenza dell’aiuto umano, che è limitato, Dio ha i mezzi per aiutarci. L’assicurazione della cura di Dio, particolarmente sottolineata nel Salmo 121, mostra che Dio protegge il nostro cammino di vita e offre una protezione completa. Nei momenti di difficoltà, il Signore è un rifugio, come evidenziato nei Salmi 17, 31 e 91, incoraggiando i credenti a fidarsi della comprovata cura di Dio. I Salmi illustrano anche la sovranità di Dio sulle forze naturali, in particolare nel Salmo 114, che considera la liberazione dall’Egitto come simbolo del potere di Dio. L’aiuto proveniente dal santuario è presentato come un rifugio e una redenzione superiori, sottolineando la santità del santuario e invitando i credenti a confidare nel trono celeste della grazia. Il culto nel santuario diventa così una rappresentazione impressionante della redenzione attraverso Gesù Cristo.
Versetto di memoria: Salmo 34:17 – «I giusti gridano e il SIGNORE li ascolta; li libera da tutte le loro disgrazie.»  
Contenuto:
4.1 «Le mie ossa non ti erano nascoste»
Il Salmo 139 descrive in modo eloquente la potenza, la presenza e la bontà di Dio. La rappresentazione poetica sottolinea che la conoscenza di Dio su di noi è profonda e unica. A differenza dell’aiuto umano, spesso limitato, Dio ci conosce intimamente e ha i mezzi per aiutarci. Questa consapevolezza non dovrebbe spaventarci, ma condurci nell’abbraccio di Gesù. La presenza di Dio è enfatizzata mostrando che non c’è luogo che sia inaccessibile a lui. La grandezza di Dio ci invita a esplodere di gioia e a confidare pienamente nel suo aiuto e nella sua liberazione.
4.2 La certezza della cura divina
La Bibbia rivela Dio come il provveditore vivente coinvolto nelle nostre questioni quotidiane. I Salmi, in particolare il Salmo 121, mostrano che Dio protegge il nostro cammino di vita, è costantemente vigile e offre una protezione fisica e spirituale. La sua vicinanza è enfatizzata dall’immagine della mano destra, e le immagini poetiche del sole, della luna, dell’andata e ritorno sottolineano la cura completa di Dio. Il salmista confidava in questa cura amorevole di Dio, e allo stesso modo dovremmo riporre la nostra fiducia nella sua mano protettiva.
4.3 Il Signore è un rifugio nelle avversità
Il salmista rivela nei Salmi 17, 31 e 91 che il Signore è un rifugio nei tempi di necessità. In mezzo alle difficoltà, il salmista si rivolge fiduciosamente a Dio, la sua fortezza sicura e baluardo. L’immagine dell’ombra delle ali di Dio offre conforto e sicurezza, simile alla protezione offerta da una madre uccello o una gallina. Queste immagini metafisiche sottolineano la fiducia del salmista nella comprovata cura di Dio, radicata nella sua esperienza passata e che rafforza la sua fede per il futuro. Avere fiducia in Dio è la decisione consapevole di riconoscere la sovranità di Dio sulla propria vita in ogni circostanza.
4.4 Difensore e liberatore
La rappresentazione poetica della meravigliosa liberazione di Dio nel Salmo 114 illustra vividamente la sua sovranità sulle forze naturali e sulle potenze umane. Questa liberazione dall’Egitto è vista nell’Antico e nel Nuovo Testamento come simbolo del potere di Dio nel salvare il suo popolo. Paolo interpreta l’uscita dall’Egitto in 1 Corinzi 10:1–4 come una lezione spirituale, considerando la storia come una metafora della redenzione attraverso Gesù Cristo. In mezzo ai pericoli sulla via per la Gerusalemme celeste, i Salmi incoraggiano i credenti a fidarsi del Creatore del cielo e della terra. Gesù stesso riprende lo spirito del Salmo 114 calmando la tempesta e dichiarando che la Chiesa non ha nulla da temere, poiché egli ha vinto il mondo. Le grandi opere del Signore dovrebbero far tremare la terra di fronte alla sua presenza, non per paura, ma in riconoscenza e adorazione. Con Dio al loro fianco, i credenti non hanno nulla da temere.
4.5 Aiuto dal santuario
Nei Salmi citati, l’aiuto è principalmente associato al santuario. Il santuario serve come luogo di rifugio, sicurezza e redenzione. Dio difende gli oppressi, dà forza dal suo santuario e pronuncia giudizi giusti. Il rifugio nel santuario supera la sicurezza di altri luoghi, poiché Dio abita personalmente nella sua presenza. Questo aspetto trova parallelismi nel Nuovo Testamento, dove Gesù è menzionato come l’Altro Sacerdote che simpatizza con le nostre debolezze, e i credenti sono incoraggiati ad avvicinarsi con fiducia al trono della grazia, al santuario celeste. La santità del santuario richiede umiltà e riconoscimento del proprio peccato, mentre allo stesso tempo sottolinea la grazia e la fedeltà di Dio, che si concretizzano attraverso il pentimento e l’accettazione del perdono in una relazione giusta con Dio. Il culto nel santuario diventa così una rappresentazione della redenzione trovata in Gesù.
4.6 Riassunto
La lezione mette in evidenza la potente presenza e bontà di Dio, descritte poeticamente nel Salmo 139. Illustra che Dio non solo ci conosce intimamente, ma ha anche i mezzi per aiutarci. L’assicurazione della cura di Dio è sottolineata attraverso Salmi come il 121, che evidenzia la sicurezza e la protezione del santuario. Nei momenti di difficoltà, il Signore è un rifugio, come mostrato nei Salmi 17, 31 e 91, e i credenti sono incoraggiati a costruire con fiducia sulla roccia di Dio. I Salmi illustrano anche la sovranità di Dio sulle forze naturali, in particolare nel Salmo 114, che considera la liberazione dall’Egitto come simbolo del potere di Dio. L’aiuto dal santuario è presentato nei Salmi come rifugio e redenzione superiori, sottolineando la santità del santuario e invitando i credenti a fidarsi del trono celeste della grazia. Il culto nel santuario diventa così una rappresentazione della redenzione attraverso Gesù Cristo.
Ecco le istruzioni per attivare i sottotitoli in italiano: Vai al menu ‘Sottotitoli’ nel lettore video, poi seleziona ‘Impostazioni’ e attiva l’opzione ‘Traduzione automatica’. Infine, seleziona la lingua desiderata, in questo caso l’italiano.

Visited 1 times, 1 visit(s) today