6 minuti 7 mesi

Serie IL LIBRO DEI SALMI con il Pastore Mark Finley  |
Lezione 1: Come leggere i salmi |
La prima lezione ci introduce nel mondo affascinante dei Salmi, una raccolta di espressioni poetiche che rappresentano il cuore e l’anima del culto nell’antico Israele. Dalla loro utilizzazione nei servizi divini ai loro molteplici temi, fino alle preghiere ispirate e ai canti di lode dei salmisti, otterremo una profonda comprensione del significato e della rilevanza atemporale di questi testi biblici. Questa lezione ci condurrà in un viaggio attraverso i Salmi per esplorare la loro profondità culturale, emotiva e spirituale.
Versetto di memoria: Luca 24:44.45 – «Poi disse loro: “Queste sono le cose che io vi dicevo quando ero ancora con voi: che si dovevano compiere tutte le cose scritte di me nella legge di Mosè, nei profeti e nei salmi”. Allora aprì loro la mente per capire le Scritture.»  
Contenuto:
1.1 I salmi nell’antico sistema di adorazione israelita

I Salmi, concepiti come inni di lode, servivano sia al culto privato che a quello comunitario nell’antico Israele. Nel Tempio, venivano eseguiti come inni con strumenti musicali, melodie e cantori. Venivano utilizzati per inaugurazioni del Tempio, festività religiose e pellegrinaggi a Gerusalemme, con specifici Salmi cantati in occasioni festive. I Salmi non erano solo parte integrante del culto israelita, ma anche fonte di ispirazione per la preghiera e la liturgia, come evidenziato nell’insegnamento di Gesù e negli scritti della giovane Chiesa.
1.2 Conoscere i salmisti
I Salmi offrono uno sguardo sulle diverse esperienze dei loro autori, tra cui il re Davide, Asaf, i figli di Corah, Heman, Ethan, Salomone e Mose. Lo Spirito Santo ispirò questi salmisti, che, nonostante una fede profonda, affrontarono anche scoraggiamenti e tentazioni. I temi atemporali nei Salmi, dalle necessità alle gioie, riflettono le esperienze umane e dimostrano che le richieste di salvezza e le lodi alla fedeltà divina sono ancora rilevanti oggi. I Salmi non sono solo testimonianze storiche, ma anche fonti di speranza e espressioni della grazia di Dio in mezzo alle sfide umane.
1.3 Un canto per ogni stagione
I Salmi, come negli esempi di Salmo 3, 33,1–3 e 109,6–15, riflettono la diversità delle esperienze umane. Dalle lodi che esaltano la maestà di Dio, ai ringraziamenti per le sue benedizioni, fino ai Salmi di lamentazione che supplicano sinceramente per la liberazione, coprono un ampio spettro. I Salmi sapienziali offrono pratici consigli di vita, i Salmi regali indicano Cristo come sovrano Re, e i Salmi storici ricordano il passato di Israele. La potenza poetica dei Salmi è amplificata attraverso mezzi come il parallelismo, l’immagine, il merismo e il gioco di parole, e l’elemento ricorrente “sela” invita alla riflessione. I Salmi offrono così un’espressione di adorazione e riflessione per ogni situazione e stato d’animo.
1.4 Preghiere ispirate
I Salmi non sono solo preghiere e lodi ispirate di Israele, ma anche espressioni di un’interazione vivente tra Dio e il suo popolo. In invocazioni personali come “mio Dio” e “Signore degli eserciti”, i salmisti cercano attivamente la vicinanza di Dio. La bellezza dei Salmi risiede nel fatto che rappresentano la Parola di Dio sotto forma di preghiere e lodi dei credenti. Romani 8,26–27 sottolinea l’aiuto dello Spirito Santo nella preghiera, una dinamica che si riflette anche nei Salmi. La versatilità dei Salmi, dalla speranza al dolore, li rende senza tempo e rilevanti per persone di tutte le culture e epoche. Gesù stesso citò dai Salmi, e la loro profondità spirituale parla alle varie esperienze e sfide che le persone affrontano nella loro vita.
1.5 Il mondo dei salmi
I Salmi sono pervasi da un’attitudine orientata verso Dio, che occupa il centro della vita dei salmisti come sovrano Creatore, Re e Giudice. La fiducia in Dio si estende a tutte le esperienze di vita, e i Salmi enfatizzano la sua onnipresenza e cura. Anche nei momenti difficili, i salmisti rimangono focalizzati sull’invocare e lodare Dio. Il culto in cui venivano utilizzati i Salmi costituiva il fulcro della vita della comunità biblica, e tutto vi trovava espressione. I salmisti comprendono le duali proprietà di Dio, sia lontano che vicino, nel suo cielo e in mezzo al suo popolo. Questa tensione è percepita come parte inseparabile della realtà spirituale, e la consapevolezza della bontà di Dio rafforza la speranza nella sua intercessione.
1.6 Riassunto
La prima lezione sui Salmi evidenzia la loro variegata utilizzazione nei servizi divini dell’antico Israele, sia in ambito privato che comunitario. I Salmi riflettono le esperienze di vari autori, tra cui il re Davide, offrendo temi atemporali dalle necessità alle gioie. Il loro ampio spettro include inni, canti di ringraziamento, lamentazioni, saggi di saggezza, Salmi regali e storici. I Salmi sono preghiere ispirate e un’espressione di una vivace interazione con Dio, in cui lo Spirito Santo ha un ruolo centrale nella preghiera. I Salmi sono permeati da un’attitudine orientata verso Dio, il quale è al centro della vita, enfatizzando la sua onnipresenza e cura, mentre la tensione tra vicinanza e lontananza è compresa come parte inseparabile della realtà spirituale.
Ecco le istruzioni per attivare i sottotitoli in italiano: Vai al menu ‘Sottotitoli’ nel lettore video, poi seleziona ‘Impostazioni’ e attiva l’opzione ‘Traduzione automatica’. Infine, seleziona la lingua desiderata, in questo caso l’italiano.

Visited 2 times, 1 visit(s) today