7 minuti 7 mesi

Lezione 13: La conclusione della missione di Dio

La Lezione 13, “La Fine della Missione di Dio”, conclude il nostro ciclo di studi e rivolge la nostra attenzione alla speranza realizzata della missione divina. Questa lezione esplora la visione biblica dei nuovi cieli e della nuova terra descritta nell’Apocalisse, sottolineando come la missione di Dio culmini nella redenzione perfetta e nella riconciliazione con i credenti. Siamo incoraggiati a esplorare le promesse delle Scritture riguardo alla fine della missione di Dio e a partecipare attivamente alla diffusione del Vangelo per accelerare l’avvento del Regno di Dio. La lezione enfatizza l’importanza di una comunità accogliente e solidale che lavora attivamente per accogliere nuovi credenti e farli diventare discepoli. In questa lezione conclusiva, siamo esortati ad essere appassionati nel nostro impegno per Cristo e a promuovere la missione di Dio con speranza e fiducia.

13.1 La missione di Dio degli ultimi giorni

Leggi Apocalisse 1,1-7. Quali segni vedi che indicano che l’Apocalisse è orientata alla missione di Dio nell’ultimo tempo?
Il passo di Apocalisse 1,1-7 mette l’accento sulla rivelazione di Gesù Cristo sul futuro e mostra diversi segni che potrebbero indicare la missione di Dio nell’ultimo tempo:
  1. Incarico divino a Gesù Cristo: Il passaggio sottolinea che Dio ha dato a Gesù Cristo l’incarico di mostrare ai suoi servi ciò che deve accadere presto secondo la volontà di Dio. Ciò suggerisce che l’Apocalisse rivela una missione divina riguardante il futuro.
  2. Parole profetiche: Nel versetto 3, si enfatizza che sono beati coloro che leggono e ascoltano le parole profetiche del libro e che vi danno seguito. Questo potrebbe indicare che l’Apocalisse non è solo una rivelazione passiva, ma una chiamata all’azione in vista degli imminenti eventi nell’ultimo tempo.
  3. Adempimento prossimo: Il testo sottolinea più volte che tutto questo si adempirà presto. Questo enfatizza l’urgenza del messaggio e potrebbe essere interpretato come segno dell’attualità della missione divina nell’ultimo tempo.
  4. La seconda venuta di Gesù Cristo: La menzione della seconda venuta di Gesù Cristo sulle nuvole nel versetto 7 è un elemento centrale. L’idea che tutti vedranno Cristo, compresi coloro che lo hanno trafitto, sottolinea l’importanza escatologica e la missione divina nell’ultimo tempo.
  5. Grazia e pace: I saluti alle sette chiese e la menzione di grazia e pace da parte di Colui che è, che era e che viene, dagli sette spiriti e da Gesù Cristo potrebbero essere interpretati come segni della missione divina di redenzione e pace nell’ultimo tempo. Complessivamente, l’enfasi sulla rivelazione profetica, sull’adempimento imminente e sulla seconda venuta di Cristo suggerisce che l’Apocalisse tratta della missione divina nell’ultimo tempo e degli eventi escatologici imminenti.
Leggi Apocalisse 1,6 e 1 Pietro 2,9. Cosa significano i titoli per i redenti in questi versi?
Apocalisse 1,6 – “che ci ha resi regnanti e sacerdoti per Dio, suo Padre; a lui siano la gloria e la potenza per sempre. Amen!”
1 Pietro 2,9 – “Voi però siete stirpe eletta, sacerdozio regale, nazione santa, popolo che Dio si è acquistato perché proclamiate le opere potenti di colui che vi ha chiamati dalle tenebre alla sua luce meravigliosa.”
Entrambi i versetti sottolineano la posizione speciale dei redenti e utilizzano titoli che descrivono la loro identità e il loro ruolo in Cristo:
  1. Apocalisse 1,6: “Re e Sacerdoti” • Re: Il titolo “Re” mette in evidenza la dignità e l’autorità regale dei credenti. Attraverso Cristo, sono chiamati a partecipare al suo regno regale. • Sacerdoti: Il titolo “Sacerdoti” indica che i redenti hanno una connessione speciale con Dio e sono abilitati a servirlo e a intercedere per gli altri. Questo ruolo sacerdotale esprime la vicinanza a Dio e la capacità di servire.
  2. 1 Pietro 2,9: “Sacerdozio Regale” • Questo verso utilizza l’espressione “Sacerdozio Regale”, che, in modo simile a Apocalisse 1,6, combina l’idea dell’autorità regale con la funzione sacerdotale. • Stirpe Eletta, Nazione Santa, Popolo Acquistato: Queste descrizioni aggiuntive sottolineano l’elettorato, la santità e la relazione di proprietà dei redenti nei confronti di Dio.
In entrambi i versetti, viene enfatizzata la posizione speciale dei redenti come re e sacerdoti o come parte di un sacerdozio regale. Questi titoli sottolineano la posizione privilegiata dei credenti in Cristo e la loro destinazione a svolgere un ruolo significativo nel piano di redenzione di Dio.
Non siamo solo creati da Dio, ma siamo anche stati redenti da lui, e ciò a un prezzo sorprendente. Perché questa verità dovrebbe darci molta speranza, indipendentemente dalla situazione in cui ci troviamo?
La verità che non siamo solo creati da Dio, ma anche redenti da lui, offre una speranza immensa, indipendentemente dalla situazione attuale. Ecco alcune ragioni per cui questa verità è così incoraggiante:
  1. Valore e Significato: Il fatto che Dio ci abbia creati e redenti indica il nostro valore inestimabile. Non siamo esseri esistenti casualmente, ma desiderati e amati da Dio.
  2. Amore e Grazia: La redenzione attraverso Gesù Cristo rivela l’amore e la grazia di Dio. Indipendentemente dai nostri errori e debolezze, Dio è disposto a redimerci e a instaurare una relazione con noi. Questo amore e questa grazia offrono speranza anche quando ci troviamo in situazioni difficili.
  3. Perdono e Nuovo Inizio: La redenzione implica perdono e la possibilità di un nuovo inizio. Qualunque errore abbiamo commesso, la redenzione ci offre l’opportunità di ricominciare e di avanzare verso una vita in armonia con le intenzioni di Dio.
  4. Cura Divina: Il prezzo sorprendente della redenzione, cioè il sacrificio di Gesù, sottolinea la dedizione di Dio al nostro bene. Questa cura offre speranza perché sappiamo che Dio non è indifferente al nostro destino, ma è attivamente interessato ad aiutarci e guidarci.
  5. Scopo e Significato: La redenzione conferisce alla nostra vita un profondo scopo e significato. Non siamo soli in questo mondo, ma abbiamo una connessione con Dio che riempie la nostra vita di significato. Questa connessione offre speranza anche quando le circostanze esterne sono sfidanti.
  6. Vita Eterna: La speranza della redenzione si estende oltre questo mondo transitorio. Promette una vita eterna nella presenza di Dio, dove non ci saranno più lacrime, dolore e oscurità.
In generale, la verità della creazione e redenzione da parte di Dio offre speranza perché si basa sull’amore, sulla grazia, sul perdono, sulla cura, sullo scopo e sulla promessa di una vita eterna. Anche nelle situazioni di vita più difficili, possiamo confidare in questa verità e trovare conforto.

Visited 2 times, 1 visit(s) today