4 minuti 7 mesi

Il racconto in Atti degli Apostoli 17,24–34 mostra in modo impressionante come Paolo si rivolga astutamente alla cultura e alle convinzioni degli Ateniesi per creare un ponte verso l’Evangelo. Ecco alcuni aspetti chiave del suo testimonio:
  1. Uso dei Loro Autori: Paolo cita alcuni degli autori degli Ateniesi, che avevano già scritto qualcosa di vicino alla verità biblica. Ciò dimostra una conoscenza impressionante della cultura e dell’istruzione dei suoi ascoltatori. L’uso delle loro stesse convinzioni ha creato una base comune e ha facilitato a Paolo condurli nel proprio viaggio spirituale.
  2. Ricerca di Punti in Comune: Paolo sfrutta i punti in comune che trova con gli Ateniesi per stabilire un legame e poi li porta un passo avanti. Questo sottolinea l’importanza, nell’evangelizzazione, di cercare punti di convergenza e convinzioni comuni per creare un ponte verso l’Evangelo.
  3. Focus sulla Risurrezione di Gesù: Dopo aver stabilito una base comune, Paolo guida le persone al punto centrale del suo testimonio: la risurrezione di Gesù e la speranza che offre. La risurrezione di Cristo viene presentata come prova verificabile che sostiene le fondamenta della fede cristiana.
  4. Reazioni Diverse: Le reazioni al messaggio di Paolo erano varie. Alcuni schernivano, altri volevano sapere di più, e alcuni credevano. Ciò sottolinea che le persone reagiscono in modi diversi al messaggio, ma è cruciale che almeno abbiano la possibilità di sentirlo e comprenderlo.
  5. Apertura alle Investigazioni: Paolo ha permesso alle persone di decidere da sole se respingere il messaggio o se volevano approfondire ulteriormente. Alcuni hanno scelto quest’ultima opzione e sono diventati seguaci di Gesù.
Nel complesso, questo racconto offre una lezione ispiratrice sull’importanza di utilizzare la conoscenza culturale, cercare punti in comune e presentare astutamente il messaggio dell’Evangelo per condurre le persone in un viaggio spirituale. L’approccio di Paolo mostra che le persone sono più inclini ad ascoltare quando sentono che la loro cultura e le loro convinzioni sono rispettate.
Sfida: Ti prego, in preghiera, di chiedere la speciale guida di Dio per capire come testimoniare al meglio a qualcuno che conosci.
Preghiera: Padre celeste, Vengo davanti a te e chiedo la tua guida speciale mentre rifletto su come posso testimoniare al meglio a qualcuno del mio circolo di conoscenze. Conosci il cuore di questa persona e i suoi bisogni meglio di me. Guidami affinché le mie parole e le mie azioni siano permeate dal tuo amore e dalla tua verità. Concedimi saggezza e discernimento per riconoscere le migliori modalità di condividere l’Evangelo. Possa il tuo Spirito Santo preparare sia il mio cuore che il cuore della mia conoscenza. Confido che tu agirai in questa relazione. Nel nome di Gesù prego. Amen.
Sfida Extra: Esplora i social media come un possibile “Areopago” dove puoi rappresentare l’Evangelo ai non cristiani con chiarezza e sobrietà, seguendo l’esempio di Paolo.
Mentre mi preparo a condividere l’Evangelo sui social media, prego per la tua guida speciale, o Signore. Permettimi di mostrare la tua chiarezza e sobrietà nei miei post. Aiutami a comprendere il linguaggio delle persone su questo “Areopago” e a trovare modi per trasmettere il tuo amore e la tua verità in modo rilevante per loro. Possano le mie parole essere improntate al rispetto e all’amore, e possano i cuori delle persone aprirsi all’Evangelo. Possa il tuo Spirito agire efficacemente sui social media e attirare le persone a te. Nel nome di Gesù prego. Amen.

Visited 6 times, 1 visit(s) today