4 minuti 7 mesi

Il testo su Paolo all’Areopago negli Atti degli Apostoli 17,18–21 sottolinea la capacità dell’apostolo di adattarsi a contesti diversi e di predicare l’Evangelo in modo intelligente. Il commento sottolinea che Paolo, ovunque si trovasse, annunciava coerentemente l’Evangelo secondo il suo divino mandato.
Le reazioni dei pagani nel mercato ad Atene vengono descritte come varie. La menzione degli “dei stranieri” indica che Paolo attirava l’attenzione delle persone. Il passaggio all’Areopago, luogo per questioni legali e religiose, mostra che il messaggio di Paolo veniva considerato così importante da meritare un’audizione, anche se non necessariamente in un processo giudiziario.
L’accento di Luca sul fatto che gli Ateniesi amavano discutere di nuove idee e ascoltarle viene interpretato come un riconoscimento della loro curiosità intellettuale. Il commento suggerisce che Luca non accusa gli Ateniesi di pigrizia, ma indica piuttosto la loro esperienza come pensatori e discussianti esperti.
Particolarmente interessante è l’osservazione che Paolo, sebbene si aspettasse che lo Spirito Santo avrebbe utilizzato la sua formazione formale presso Gamaliele ad Atene, fu effettivamente istruito di più per le strade di Atene. Il testo sottolinea come l’apostolo, con una profonda conoscenza dell’arte, della letteratura e della religione degli Ateniesi, stupisse gli “intelligenti” tra i suoi ascoltatori.
Nel complesso, Paolo è presentato come un abile predicatore che non solo annunciava l’Evangelo ma era anche in grado di adattarsi ai contesti culturali e intellettuali del suo pubblico. Ciò offre una lezione ispiratrice per i credenti moderni che desiderano condividere l’Evangelo in contesti diversi.
Dopo l’esperienza di Paolo ad Atene con questi pagani e filosofi, scrisse ai Corinzi: “Poiché ho giudicato bene non sapere tra voi altro che Gesù Cristo, e Gesù Cristo crocifisso” (1 Corinzi 2,2). Quale insegnamento possiamo trarre da ciò, che Cristo deve essere al centro del nostro messaggio, indipendentemente da chi stiamo predicando?
L’insegnamento che possiamo trarre dall’affermazione di Paolo in 1 Corinzi 2:2 sottolinea l’importanza centrale di Gesù Cristo nel messaggio cristiano, indipendentemente dall’uditorio a cui ci rivolgiamo. Ecco alcuni aspetti chiave di questo insegnamento:
  1. Cristo al Centro: Il messaggio di Gesù Cristo e della sua crocifissione dovrebbe essere al centro della nostra predicazione. Paolo esprime chiaramente che non voleva sapere nulla tra i Corinzi se non Gesù Cristo, il Crocifisso. Questo sottolinea l’importanza fondamentale dell’opera redentrice sulla croce per il messaggio cristiano.
  2. Universalità del Messaggio: L’affermazione di Paolo sottolinea l’universalità del messaggio di Cristo. Indipendentemente dal contesto culturale, intellettuale o religioso degli ascoltatori, Cristo rimane il punto centrale. Ciò dimostra che il messaggio dell’Evangelo è rilevante per tutti.
  3. Rinuncia alla Sapienza Umana: Paolo sottolinea che ha consapevolmente scelto di non parlare abbondantemente della sapienza mondana o delle speculazioni filosofiche. Ciò non significa che l’impegno intellettuale sia senza importanza, ma non dovrebbe relegare Cristo al posto centrale del messaggio.
  4. Potere della Croce: Concentrarsi su Cristo, il Crocifisso, mette in evidenza il potere trasformativo della croce. Non è solo un evento storico, ma è il cuore della dottrina cristiana sulla redenzione, sull’amore e sulla grazia.
  5. Adattabilità del Messaggio: Indipendentemente dal fatto che Paolo predicasse a pagani, filosofi o altri gruppi, il messaggio rimaneva essenzialmente lo stesso. Ciò ci insegna che il messaggio centrale dell’Evangelo non cambia, anche se il modo di presentarlo può adattarsi per rispondere alle esigenze e ai contesti dei nostri ascoltatori.
In sintesi, l’insegnamento di Paolo ci ricorda che la potenza dell’Evangelo risiede nella persona e nell’opera di Cristo. Quando predicchiamo, è cruciale che Cristo sia al centro e che il messaggio della sua croce costituisca la base della nostra predicazione.

Visited 1 times, 1 visit(s) today