5 minuti 7 mesi

Serie LETTERA AGLI EFESENI con il Pastore Mark Finley  |
Lezione 10: Missione presso i Non Raggiunti: Prima parte |
Versetto di memoria: Matteo 16:26 – «Che gioverà a un uomo se, dopo aver guadagnato tutto il mondo, perde poi l’anima sua? O che darà l’uomo in cambio dell’anima sua?»  |
Contenuto:
10.1 Un Ebreo ad Atene

La visita di Paolo ad Atene, una città piena di immagini sacre, rivela la sua profonda compassione per le persone che vivono nel peccato senza conoscere il vero Dio. A differenza di molti credenti che ignorano le immagini sacre nel loro ambiente, Paolo reagisce in sintonia con lo Spirito Santo. Riconosce la necessità di portare l’Evangelo ai pagani non raggiunti che adorano le immagini sacre. Paolo fonda praticamente il primo Centro Studi di Missione Globale, utilizzando il mercato per esplorare metodi efficaci per l’evangelizzazione in un ambiente culturale completamente diverso. Il suo esempio ci insegna che l’adattamento e un approccio innovativo sono cruciali per diffondere efficacemente l’Evangelo in contesti diversi.
10.2 Paolo nell’Areopago
L’ardore missionario di Paolo lo porta sull’Areopago ad Atene, dove parla dell’Evangelo con eloquenza e intelligenza impressionanti. Gli ateniesi, plasmati da un ricco patrimonio intellettuale, mostrano interesse per nuove idee, ma rimane la loro diffidenza nei confronti degli insegnamenti cristiani. Luca sottolinea le capacità di pensiero degli ateniesi e la loro storia del pensiero filosofico, mentre Paolo abilmente incorpora la loro arte, letteratura e religione nel suo argomento. Questo episodio illustra che la preparazione spirituale di Paolo non si basava solo sulla conoscenza accademica, ma anche sulla sua empatia e adattabilità per proclamare efficacemente l’Evangelo in un centro intellettuale.
10.3 Paolo e il Dio sconosciuto
Paolo adotta una tattica notevole ad Atene, non condannando la falsa religione degli ateniesi, ma evidenziandone gli aspetti positivi. Il suo elogio per la loro dedizione e il suo rispettoso approccio alla loro spiritualità creano un ponte per l’Evangelo. Piuttosto che presentarsi come un esperto, si presenta come un sostenitore e un interessato che ha visitato i loro santuari. L’uso astuto dell’iscrizione “AL DIO IGNOTO” come punto comune consente a Paolo di trovare un argomento che suscita l’interesse degli ateniesi. Il suo approccio mostra empatia e la volontà di impegnarsi in un dialogo con le persone, offrendo così spazio allo Spirito Santo per continuare a lavorare.
10.4 Presentare un Dio nuovo
Paolo adotta un approccio compassionevole ad Atene, attirando l’attenzione dei pensatori verso il Dio del cielo. Le sue parole su un Dio creatore che non abita in un tempio ma si prende cura dei bisogni umani hanno affascinato un popolo plasmato da dei imprevedibili e crudeli della mitologia greca. Paolo ha elogiato inizialmente la loro devozione spirituale e sincerità, ha mostrato rispetto per gli aspetti della loro fede e ha condiviso intuizioni sulla loro religione. Introducendo un Dio riconoscibile che cerca di essere conosciuto, ha permesso agli uomini sull’Areopago di compiere i primi passi verso un Dio amorevole. L’avvertimento riguardo al rifiuto di questa conoscenza ha concluso gli sforzi di Paolo, e il suo approccio astuto basato sulla loro fede esistente ha contribuito a progressi nella diffusione dell’Evangelo.
10.5 Attraversare un confine
Paolo ha continuato il suo testimonianza utilizzando abilmente le convinzioni degli ateniesi e citando alcuni dei loro autori vicini alla verità biblica. Questa strategia astuta gli ha permesso di trovare un terreno comune e di condurli poi al messaggio centrale della risurrezione di Gesù e della speranza che essa offre. Le reazioni alle sue parole, dal sarcasmo all’interesse serio, indicano che l’obiettivo di Paolo era che tutti ascoltassero attentamente e comprendessero il messaggio. Il suo approccio mostra che la familiarità con le convinzioni degli altri e la ricerca di punti in comune sono metodi efficaci per raggiungere le persone. Mentre alcuni hanno respinto il messaggio, altri hanno scelto di approfondire le ricerche e sono alla fine diventati discepoli di Gesù. L’approccio di Paolo ci ricorda che è importante assicurarsi che le persone comprendano il messaggio prima di rifiutarlo, e che la decisione ultima è alla fine nelle loro mani.
Ecco le istruzioni per attivare i sottotitoli in italiano: Vai al menu ‘Sottotitoli’ nel lettore video, poi seleziona ‘Impostazioni’ e attiva l’opzione ‘Traduzione automatica’. Infine, seleziona la lingua desiderata, in questo caso l’italiano.

Visited 1 times, 1 visit(s) today